Home Sport Il Napoli non buca il muro della Roma: 0-0 all’Olimpico

Il Napoli non buca il muro della Roma: 0-0 all’Olimpico

150
0

Il Napoli si ferma a 8, sbattendo contro il muro capitolino, non va oltre lo 0-0 in casa di una Roma ferita e arrabbiata dopo i 6 gol incassati in Europa. Ancora imbattuti gli azzurri, ma la striscia di vittorie si interrompe. Buona la Roma dei primi 20 minuti, poi piano piano partita giocata alla pari tra due squadre ben allenate e ben organizzate. Abraham al 28′ ha l’occasione più nitida del primo tempo: Cristante ruba palla e verticalizza subito per l’attaccante che si ipnotizzare da Ospina sbagliando un gol che sembrava fatto. Botta alla caviglia per l’attaccante che viene anche ammonito per la troppa fretta di rientrare in campo. Alla fine del primo tempo, sempre l’Inglese rischia il secondo giallo per un fallo su Zielinski, ma l’arbitro lo grazia. Anche Osimhen, dopo un fallo su Mancini, rischia ma non viene sanzionato. Partita senza grosse emozioni, primo tempo che si chiude 0-0. La ripresa inizia con gli stessi uomini, e anche l’atteggiamento delle due compagini non cambia. Il Napoli sale di ritmo e prende il comando delle operazioni ma veri e propri pericoli non li corre nessuno. Al 60′ potrebbe esserci il classico episodio che sblocca uno dei più classici 0-0 quando Fabian Ruiz imbuca per Politano, che mette al centro per Osimhen che da due passi, contrastato da Mancini e Ibanez, colpisce il palo e sul tap in è decisivo Karsdorp su Mario Rui. Ancora Osimhen è pericoloso con un colpo di testa sul calcio d’angolo che ne consegue. La Roma risponde al 65′: Karsdorp scodella in area, Pellegrini in acrobazia non trova la porta. Al 72′ altra chance per la Roma: cross di Pellegrini da punizione, Mancini di testa a botta sicura spara fuori. Il finale riserva due espulsioni, una per squadra e a pagare sono gli allenatori, Mourinho va anzitempo negli spogliatoi, mentre Spalletti riceve il rosso dopo il triplice fischio finale. Il Napoli viene raggiunto in testa dal Milan, che continua la sua cavalcata. Inter e Juve pareggiano e ora il duo di testa ha 7 punti di vantaggio sulla terza. Si ritorna in campo Giovedì in casa contro il Bologna, l’imperativo è vincere.

Articolo precedenteLa Polizia locale colpita da un altro lutto
Articolo successivoPrevenzione oncologica all’Asl Napoli 2 Nord
Raccontare quello che accade senza dare giudizi, senza cedere alle pressioni, probabilmente non è il giornalismo dei giorni nostri, ma è sicuramente dare il giusto servizio ai lettori. Vive a Casoria, scrive, fotografa, sogna.