Il Napoli si conferma squadra da trasferta, conquistando anche l’isola. La vittoria di Cagliari permette agli azzurri di scavalcare proprio i sardi in classifica e alimenta di nuovo i sogni di Europa.
Gattuso presenta Mertens punta centrale e ai suoi lati Callejon e Elmas, Insigne ancora in panchina per un lieve fastidio muscolare. Il Cagliari, partito alla grande ad inizio stagione (proprio a Napoli 4 mesi fa il trampolino di lancio), sta attraversando una crisi che non vede via d’uscita.
Il primo tempo si gioca su ritmi bassi e la prudenza sia da una parte che dall’altra la fa da padrone. Le difese annullano gli attacchi e i portieri vengono impensieriti solo con conclusioni da lontano.
La ripresa riparte con lo stesso copione e Gattuso al quarto d’ora, manda in campo Insigne per Demme spostando in cabina di regia Fabian Ruiz. Ci vuole il colpo di biliardo di Mertens a sbloccare la partita, quando da sinistra con il destro mette una palla a giro che scheggia il palo e gonfia la rete.
Unico guizzo di una partita troppo prudente, ma va bene così per il Napoli che al momento non può offrire di più facendo di necessità virtù.
In 7 punti ci sono 7 squadre per due posti in Europa League, la Roma è a 6 punti e la prossima partita a Brescia può accorciare ancora di più questa distanza.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •