Home Sport Il Napoli chiude il campionato con una vittoria e il record di...

Il Napoli chiude il campionato con una vittoria e il record di punti.

148
0

Festa emozionante quella andata in scena ieri al San Paolo dopo l’ultima partita della stagione 2017/2018, con la chicca finale dell’irruzione del presidente negli spogliatoi.

Il Napoli ha battuto il Crotone 2-1, decretando la retrocessione dei calabresi. I gol sono stati messi a segno da Milik e Callejon nel primo tempo, per i calabresi Tumminello al 90’.

Un’annata, quella conclusa, che ha fatto segnare tanti record per gli azzurri e fatto sognare quasi fino alla fine i tanti tifosi sparsi in ogni parte del mondo: tifosi che non hanno mai lasciato sola la squadra e che sono convinti che i veri campioni d’Italia siano gli azzurri. La realtà racconta che la Juventus, ha saputo fare meglio dei 91 punti del Napoli chiudendo a 95 e conquistando il suo settimo scudetto di fila: un altro record.

I numeri di questo Napoli, raccontano di una squadra fantastica che per un amaro destino o indicibili coincidenze, si trova a chiudere al secondo posto una stagione difficilmente ripetibile.

91: I punti finali che hanno scritto un doppio record, mai i partenopei avevano superato i 90 punti e mai una squadra con tale punteggio era finita al secondo posto. E’ questo il dato più amaro del campionato, che lascia deluso tutto l’ambiente.

28: le vittorie ottenute, secondo miglior risultato dietro a quello della Juve con 30

3: le sconfitte in campionato

97: i gol totali realizzati, dato leggermente in calo rispetto agli altri anni con Sarri quando si era sempre superata quota 100.

42: i gol subiti, dimostrando un miglioramento del reparto difensivo

516: le conclusioni in porta, quasi 80 in più di quelle dei campioni d’Italia che però vantano una migliore precisione.

148: le partite di Sarri con il Napoli. 98 vittorie, 25 pareggi e 25 sconfitte il ruolino di marcia del tecnico toscano. Nella speciale classifica dei più presenti con il tecnico, 145 sono le presenze di Callejon e 144 quelle del capitano Hamsik.

18: i gol del capocannoniere del Napoli, il belga Mertens, in calo nella seconda parte della stagione, ma capace di raggiungere un buon numero di reti.

Da oggi si apre la fase estiva del mercato; sono già tante le voci che si rincorrono, ma quella che tiene con il fiato sospeso tutti i tifosi è quella che interessa il tecnico Sarri. Nella conferenza stampa di ieri, ci sono stati parecchi spunti sul quale riflettere, che, insieme alle parole del presidente e l’affetto dimostrato dai tifosi, rendono la situazione veramente poco chiara e ingarbugliata. La speranza del popolo partenopeo è quella di ripartire con lo stesso tecnico e gran parte dei giocatori protagonisti in questi anni, ma solo il tempo chiarirà quale sarà la vera faccia del Napoli 2018/2019. La cosa sicura è che Reina e Maggio non ci saranno: lo spagnolo ha già salutato la squadra e si è promesso al Milan, l’italiano a scadenza di contratto, ha salutato la squadra ma con molta delusione non lo ha potuto farlo dal campo, dove Sarri non lo ha schierato nemmeno per qualche minuto.

L’impressione che la clausola di Mertens, potrà essere pagata e che il suo addio potrebbe essere reso meno amaro dalla tanto agognata esplosione del polacco Milik, che in questi due anni ha patito una serie di infortuni davvero sfortunati.

Il futuro delle prossime settimane è tutto da scrivere, intanto ci mettiamo alle spalle una stagione indimenticabile insieme alle polemiche che l’hanno accompagnata.

Articolo precedenteComunicato Stampa Santi e passioni. La Via dei Santi e dell’arte.
Articolo successivoModa all’ombra del Vesuvio 17ª edizione: premio “Giovani talenti della moda al Museo MAV”
Raccontare quello che accade senza dare giudizi, senza cedere alle pressioni, probabilmente non è il giornalismo dei giorni nostri, ma è sicuramente dare il giusto servizio ai lettori. Vive a Casoria, scrive, fotografa, sogna.