Home Sport Il Napoli batte il Crotone e tiene vivo più che mai il...

Il Napoli batte il Crotone e tiene vivo più che mai il sogno Champions

55
0

Il Napoli riesce a battere il Crotone 4-3 dopo che i calabresi avevano recuperato dal 3-1 dimostrandosi mai arrendevoli e denotando ancora una volta i grossi problemi difesivi dei partenopei. Al Diego Armando Maradona le emozioni non sono mancate in questo Sabato Santo che ha rischiato di diventare un vero e proprio “casatiello” per i tifosi e per la città. Il treno Champions è più agganciato che mai e Mercoledì un’eventuale vittoria contro la Juve nel recupero, sancirebbe ancor di più il ruolo da protagnista degli azzurri in questa speciale volata che poi significa in sintesi “sopravvivenza”.

Il Napoli a caccia di punti Champions, il Crotone a caccia di punti salvezza. La sfida si è presentata subito viva e combattuta. Il Napoli schierato con Meret in porta (visto l’infortunio di Ospina), Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic e Mario Rui sulla linea difensiva, Ruiz, Bakayoko la diga a centrcampo e Politano, Mertens ed Insigne a supporto di Osimhen, si è riversato subito all’attacco prendendo l’iniziativa come logico che fosse. Bakayoko dopo 4 minuti ha sfiorato il bersaglio con un rasoterra di poco a lato, mentre di Lorenzo ha salvato su Messias, arrivato palla al piede davanti a Meret.

Difficile invece contenere un Insigne ispirato, che nello spazio di pochi minuti ha dato la giusta direzione alla partita, prima con il gol al 19’, sfruttando un di Di Lorenzo e poi con la bella azione del raddoppio di Osimhen, messo in condizione al 22’ di mettere il pallone nella porta vuota proprio dopo una grande giocata del suo capitano: triangolo con Fabian e assist in sforbiciata.

Il Napoli con tutto l’attacco a disposizione è tutta un’altra squadra, come si era già visto contro Milan e Roma, sono le riserve a non dare ancora le giuste garanzie, come confermano gli errori d Bakayoko e Manolas che hanno rimesso in gioco il Crotone, bravo ad approfittarne con la doppietta di Simy al 25′ e al 34’. Tra i duel gol, Mertens aveva portato il Napoli sul 3-1 con una magistrale punizione. Lo stesso belga, sfortunato allo scadere della prima frazione, ha timbrato la traversa con Cordaz battuto.

Il Napoli è molto superiore al Crotone, i valori in campo sono chiari, ma i calabresi riprendono la gara, dopo un erroraccio di Maksimovic che perde il pallone a favore di Messias che trafigge Meret. Delusione per Gattuso e tutto il popolo napoletano che vede sperperato quanto di buono fatto in attacco.

Gattuso può attingere dalla panchina e dopo il 3-3 lo fa inserendo Lozano, Zielinski ed Elmas, ma a trovare il varco giusto è un difensore: Di Lorenzo al 27′, è bravo a rientrare sul piede sinistro e a infilare Cordaz.

Un Sabato di passione ma che alla fine ha riservato il lieto fine, anche e soprattutto grazie ai pareggi di Milan, Roma e Juve che rendono ancora più dolce ed importante il 4-3 al Crotone.

Mercoledì recupero contro la Juve e Domenica prossima la difficile sfida contro la Sampdoria per una settimana che può dire tanto in chiave Champions, intanto ci godiamo una Pasqua tranquilla.