Home Sport Il Napoli affronta un Sassuolo decimato per accorciare in classifica

Il Napoli affronta un Sassuolo decimato per accorciare in classifica

174
0

Non è un campionato normale, questo che nonostante l’aumento dei casi di Covid a livello globale e nel campionato stesso, continua inesorabile la sua marcia. Il Napoli ha pagato le spese qualche settimana fa, quando non si presentò a Torino, punizione severa ma che ha dato ancora più forza a questa squadra che le ha vinte tutte e che vuole continuare anche oggi contro il Sassuolo al San Paolo. Il Sassuolo che arriva al San Paolo, perde tre importanti frecce del suo attacco: Berardi, Caputo e Djuricic. Un’occasione da non perdere quella di oggi per mantenere la scia del Milan e staccare le favorite Inter (in seria difficoltà) e la Juve.

Il Napoli reduce dalla vittoria di Europa Lueague, si presenta al San Paolo con titolari, assente Insegne ancora una volta per infortunio. L’obiettivo del Napoli è chiaramente il campionato, visto l’ampio turnover effettuato Giovedì, la qualificazione alla prossima Champions League significa soldi mai così importanti considerando il momento. Nelle rotazioni di questo inizio di stagione, l’unico che ancora non ha trovato spazio è il nuovo acquisto Rahmani, che nella difesa a 4 deve ancora trovare il giusto ambientamento.

Questo sembra essere l’anno giusto per il Napoli che ha fatto un mercato intelligente, tenendo tutti i big, grazie anche ai pochi soldi in circolazione e allungando la rosa e la qualità della panchina.

Contro il Sassuolo dovrebbero tornare tra i titolari Di Lorenzo, Manolas, Fabian, Mertens e Osimhen. Probabilmente in porta Meret rileverà Ospina e ci sarà spazio anche per i rientranti Zielinski ed Elmas, fuori da un mese per il Covid, rientri importanti per dare aiuto ad un reparto che Giovedì ha lavorato parecchio.

Gattuso avrebbe trovato l’accordo per prolungare fino al 2023 con opzione per il 2024. Il presidente De Laurentiis e il tecnico hanno pranzato insieme a Castel Volturno stringendosi la mani, e presto arriverà anche la firma quando all’ombra del Vesuvio arriverà il procuratore Jorge Mendes.