il giornale 7Il desiderio di vivere in una città pulita, più bella, induce a ricercare la collaborazione di tutti i cittadini. La situazione che vogliamo sottoporvi è la mancata pulizia nel giorno di Domenica. Basta fare un giro per le vie cittadine per evincerne lo stato pietoso in cui versano: rifiuti riversati ovunque. Proprio su quest’ultimo punto, pochi giorni fa l’imprenditore Carlo De Vita, editore del nostro giornale, aveva lanciato l’idea attraverso il giornale nazionale “il Roma” di introdurre uno spazzamento domenicale, la cui mancanza è, ad onore del vero, sconcertante, considerando che il servizio rifiuti in questione è di prassi nei comuni limitrofi. È inaccettabile passeggiare la domenica, di prima mattina, in villa comunale e trovare i contenitori dei rifiuti già traboccanti.
Considerando la superficialità nell’affrontare la questione da parte dell’amministrazione e degli enti preposti, quali Casoria Ambiente, per garantire il nostro diritto ad una Casoria pulita, “Il Giornale di Casoria”, insieme ad altre aziende e associazioni e movimenti si fa promotore di una petizione popolare. Lo scopo della raccolta firme è quello di chiedere l’introduzione dello spazzamento domenicale, al fine di vedere riconosciuto il diritto inalienabile di vivere in una città decorosa. La problematica sollevata coinvolge tutti i casoriani: ognuno deve scendere in campo, indipendentemente dal proprio status sociale o ideale politico, cominciando innanzitutto dall’essere maggiormente rispettosi verso Casoria, non imbrattandola deliberatamente.
Cestini villaL’iniziativa verrà estesa nei prossimi giorni a tutta la cittadinanza attraverso un programma ufficiale. Verranno consegnati alle associazioni e ai semplici cittadini “attivi” dei moduli appositi per la raccolta firme, con lo scopo di depositare poi, tra qualche settimana, l’istanza agli organi competenti, affinché un primo obiettivo possa essere raggiunto nel bene e nell’interesse comune della città di Casoria.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •