Oggi, 20 gennaio, ricorre la memoria liturgica di Santa Maria Cristina Brando, fondatrice dell’ordine delle Suore Vittime Espiatrici di Gesù Sacramentato, è stata proclamata santa da Papa Francesco il 17 maggio del 2015 a Piazza San Pietro.
 Maria Cristina, al secolo Adelaide Brando, nacque nel 1856 da una famiglia agiata – suo padre era un dirigente del Banco di Napoli – ed entrò molto giovane in monastero, dapprima tra le Clarisse di Chiaia, e poi nelle Sacramentine di San Giuseppe dei Ruffi. Dopo aver lasciato la vita monastica per motivi di salute, si trasferì a Casoria nel 1884 dove fondò l’ istituto, Le Suore vittime di Gesù Sacramentato. L’Istituto da lei fondato a Casoria si è, nel tempo, allargato di altre sedi in Italia e all’estero. Morì a soli cinquant’anni, nel 1906, ed è stata beatificata da Papa Giovanni Paolo II nel 2003. Dopo Giulia Salzano e Padre Ludovico, è la terza figura santa di Casoria.
Le sono stati attribuiti dei miracoli: uno nei confronti di una donna filippina affetta da una gravissima malattia, la granulomatosi di Wegner, un altro nei confronti di una donna di Amorosi, Maria Angela Di Mauro, che non riusciva ad avere figli e che, per intercessione della Santa, partorì un figlio sano di nome Pasqualino nel 2005.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •