Home Eventi Il centro Ozanam di Sant’Antimo organizza la mostra “Grazie Federico”

Il centro Ozanam di Sant’Antimo organizza la mostra “Grazie Federico”

113
0

11717327_10153609836246282_343715228272013729_oSarà inaugurata, stamattina 17 luglio, presso il complesso monumentale “San Severo al Pendino”, in via Duomo 228, a Napoli, la mostra ” Grazie Federico”. La mostra è stata organizzata dalla San Vincenzo de’ Paoli, dal centro di volontariato “Ozanam” di Sant’Antimo.
All’apertura dell’evento saranno presenti esponenti dell’amministrazione comunale, rappresentanti del mondo religioso e dell’associazionismo. La manifestazione gode del patrocinio del comune di Napoli, grazie all’intercessione di Fulvio Frezza, presidente del consiglio comunale. Grande la disponibilità e cortesia della dirigente del complesso museale, Dott.ssa Cambriglia e dei suoi collaboratori. I volontari di Ozanam, con altre associazioni, faranno ripercorrere ai visitatori le tappe della vita, dell’insegnamento di Federico Ozanam, fondatore, ad inizio ‘800, della società san Vincenzo de’ Paoli, del suo incondizionato votarsi ai poveri, del suo fare della carità non un’ azione momentanea, fine a se stessa, ma un motivo conduttore di vita quotidiana.
La mostra ha fatto già tappa in otto istituti scolastici di S. Antimo, nella Chiesa dello Spirito Santo, nelle sale del Convento dei Frati Minori ed è stata ospitata anche in altri comuni. La sua più recente apparizione risale a fine maggio, a Paternopoli, in Provincia di Avellino. Oltre un migliaio gli studenti coinvolti a cui è stata offerta la possibilità di conoscere il “modello” di volontariato “moderno” promosso da Federico Ozanam e le attività della San Vincenzo. Illustrando ai visitatori il contenuto dei pannelli che costituiscono la mostra, i giovani sono divenuti parte attiva del percorso e veicolo del messaggio di Ozanam.  Il presidente della conferenza opera speciale “Centro Ozanam” di Sant’Antimo, Antonio Gianfico, ha così dichiarato: “Avvicinare i giovani, ma anche, in generale, tutti quanti sono passati e passano attraverso la lettura dei pannelli, in maniera concreta al volontariato è la finalità del tour di Federico”. La mostra rimarrà aperta fino al 22 luglio, con orario 9-19.

Articolo precedenteFabLab Napoli lancia un corso gratuito per giovani artigiani tecnologici
Articolo successivoCaivano. Nasce la Consulta comunale dell’Ambiente. I cittadini protagonisti. Leggi come farne parte.
Sono di Sant’Antimo cittadina in provincia di Napoli, classe 1984, laureata in Lettere Moderne. Dicono di me che sono una “discreta” curiosa. Già redattore del giornale “Nova Tempora” collaboro per “Il Giornale di Casoria” e “infondonews”.