Home Senza categoria I primi sei mesi di legislatura per il consigliere regionale Ciaramella. Ecco...

I primi sei mesi di legislatura per il consigliere regionale Ciaramella. Ecco cosa ha fatto

211
0

12038261_1690257751190284_5223834246528089204_nAlle scorse elezioni del Consiglio Regionale della Campania, veniva eletta consigliere regionale la Casoriana Antonella Ciaramella, nominata poi vicepresidente della IV Commissione Speciale Sburocratizzazione e Trasparenza della PA. A distanza di sei mesi dalla sua investitura proponiamo un sunto di quanto realizzato in questi primi mesi di legislatura.

Approvato un Piano di Utilizzazione delle aree demaniali (PUAD) al fine di regolamentare il settore del demanio marittimo e delle concessioni balneari;

Emendato un nuovo piano casa per la legge finanziaria regionale 2016/2018, che indica con precisione la zona rossa, mappa le zone non sottoposte a vincoli statali assoluti (paesaggistici e storico-naturali), garantisce la ristrutturazione e l’ampliamento dei fabbricati in attesa di condono e prevede la possibilità di deroga alla legge statale per gli immobili già valutati e in attesa di condono.

Approvato il disegno di legge “misure per introdurre la cultura della responsabilità nell’organizzazione sanitaria nonché migliorare i servizi ai cittadini”, che prevede l’istituzione di un organo di controllo denominato “Servizio Ispettivo Sanitario e Socio-sanitario”, con l’obiettivo di assicurare efficienza dei servizi e della spesa nel settore sanitario; semplificazione del sistema di nomina dei Direttori Generali delle Asl e degli Enti del Servizio Sanitario Regionale, soprattutto in un ottica di garantirne la trasparenza; soppressione dell’Agenzia Regionale per la Sanità (Arsan), riconducendo le funzioni della stessa al’ordinaria amministrazione col conseguente conseguimento di risparmi di spesa;

Approvata la legge sul Servizio Idrico Integrato che da potere ai Sindaci di approvare il Piano d’ambito distrettuale, definire la forma di gestione del servizio, formulare proposte al Comitato in merito al bilancio idrico, verificare lo stato di attuazione del piano d’ambito e proporre la tariffa d’ambito. La legge istituisce, inoltre, un Comitato Consultivo (dando in tal modo rappresentanza a comitati civici ed associazioni) con la funzione di monitoraggio della qualità del servizio e di partecipazione all’aggiornamento della carta dei servizi idrici;

Inaugurato il piano di ricognizione dei beni confiscati alla camorra;

Elaborata la legge “misure urgenti per semplificare, razionalizzare e rendere più efficiente l’apparato amministrativo, migliorare i servizi ai cittadini e favorire l’attività di impresa. Legge annuale di semplificazione 2015”, che promuove la liberalizzazione delle attività economiche e la semplificazione dei procedimenti, al fine di eliminare le restrizioni all’accesso alle attività economiche;

Il lavoro politico si è, inoltre, concretizzato in collaborazioni a sostegno delle vittime della criminalità e valorizzazione dei beni confiscati alla camorra, supporti tecnici ai progetti presentati dai Comuni Campani ed alla realizzazione di azioni di recupero. Al di là di quanto già fatto ci sono, inoltre, delle deleghe, come quella in tema ambientale e linee programmatiche, ad esempio in tema industriale, che lasciano sperare per il futuro di questa legislatura in un impegno pari a quello fin ora profuso.