Da qualche mese la toccante storia di Rosanna ha dato il via ad una gara di solidarietà senza eguali. Rosanna è una bimba di 16 mesi affetta da una malattia rara genetica neuromuscolare, la SMA nella sua forma più grave la 1A, causata dalla mancanza di un gene di sopravvivenza, funzionale per l’organismo che oltre a colpire gli arti e paralizzarli, rallenta anche il normale funzionamento dell’apparato respiratorio e di deglutizione.

Ad oggi, purtroppo è ancora abbastanza sconosciuta. Si tratta di una malattia molto grave, infatti, fino a qualche anno fa, i bambini affetti non avevano lunghe speranze di vita prima del raggiungimento di un anno di età, Rosanna si sottopone a questa cura ogni 4 mesi, in questo modo i suoi muscoli funzionano, ma allo scadere del quarto mese le forze iniziano a mancare e muscoli sono di nuovo puto e a capo.

Una speranza per Rosanna però c’è. Si tratta di una iniezione che sarà valida per tutta la vita. In Europa è stata approvata da poco questa cura e possono accedervi pazienti solo entro i sei mesi di vita. Rosanna, quindi, non può sottoporsi a questa cura, così i genitori vogliono curarla in America, dove sarà possibile salvarle la vita. La cura pero costerebbe una cifra spropositata per molti; occorrono infatti 2 milioni di euro

E’ partita perciò una raccolta fondi sulla piattaforma gofoundme, questo il link per aderire https://www.gofundme.com/f/un-aiuto-per-rosanna?qid=0a8ebfa5a6f0ebad70e1d10cba631f36  tutta Italia si sta già mobilitando per la causa, ma per i genitori la battaglia per Rosanna vuole essere una battaglia per tutti i bambini che soffrono della stessa malattia. al momento sono stati raccolti 191.181 €.

Tanti i gesti di solidarietà, e la partecipazione, tra questi riportiamo il bel gesto messo in campo dai genitori degli alunni dell’Istituto Giacomo Puccini di Casoria 4’circolo didattico;

“Avevamo fatto i mercatini di Natale nel 2019 e i proventi sono stati conservati dai genitori . Sarebbero dovuti servire per acquistare materiale per la scuola utile per i propri figli, ma di fronte ad un appello alla sensibilità,  i genitori hanno proposto di aiutare la piccola Rosanna. Ci è sembrato il modo migliore di inaugurare un anno diverso all’insegna della solidarietà” afferma orgogliosa la Dirigente Squillace alla quale fanno eco alcuni rappresentanti dell’istituto:“I genitori hanno deciso di devolvere a favore della piccola Rosy tutto il ricavato dei Mercatini di Natale 2019.  In queste ore sono già state predisposte delle donazioni a mezzo bonifico direttamente sulla fondazione, ne seguiranno poi altre. Sperando di sensibilizzare anche gli altri istituti scolastici auguriamo a Rosy e ai suoi genitori di arrivare al meritato traguardo sperato. Noi ci crediamo e battiamo il cinque con Rosy”.

Un esempio per i bambini, ed un incentivo per tutti. Con un piccolo contributo potremmo raggiungere un immenso traguardo. Buona fortuna piccolina.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •