Home Sport Hamsik, sempre più leader. Si prepara per il ritiro a Dimaro

Hamsik, sempre più leader. Si prepara per il ritiro a Dimaro

100
0

hamsiik 2All’indomani dall’infortunio di Neymar per un intervento poco pulito ma accidentale da parte di Zuniga, sono partiti attacchi, insulti, offese e minacce al colombiano che peraltro si è anche scusato con lo stesso Neymar; a tal proposito è intervenuto anche il Napoli attraverso una nota sul sito del club: “Il Napoli è dispiaciuto per l’infortunio occorso a Neymar; ma contestualmente siamo solidali col nostro calciatore Zuniga, sottoposto a critiche feroci e minacce di tutti i tipi, per un fallo di gioco non cattivo ma sfotunato per le sue conseguenze. Prendiamo atto con sollievo che dello stesso avviso oltre l’arbitro e i suoi assistenti, lo è stato anche la Fifa, constatando che si trattasse di un fallo non cattivo e confermando quindi la nostra versione in merito.” E’ iniziata la stagione per Benitez, tornando quest’oggi a Castelvolturno, in vista del raduno di giovedì e fornendo le prime dichiarazioni per la nuova stagione: “Siamo già al lavoro, definendo gli ultimi dettagli e lasciando tutto preparato per l’inizio del precampionato della squadra da giovedì prossimo. Oggi sono tornato a Napoli da Liverpool ed ho già tenuto delle riunioni col nostro staff tecnico anche se, a dire il vero, siamo sempre stati in contatto quotidianamente. Come ho già detto, la nostra voglia di far bene è rinnovata ed identica a quella dello scorso anno. Vogliamo continuare a crescere, cerchiamo di migliorare anche con le nostre nuove infrastrutture. Vi posso anche mostrare alcune foto dal nuovo ufficio di lavoro del corpo tecnico e nella sala multifunzionale che stiamo preparando per il comfort dei giocatori. Forza Napoli Sempre!“. Intanto il Napoli ha ricevuto dal Comune di Napoli un documento in cui si attesta che il club ha la disponibilità del San Paolo fino al 30 giugno 2015. Nel testo si recepiscono le richieste del Napoli scongiurando il rischio che gli azzurri potessero giocare a Palermo la Champions League. Il documento è stato consegnato al capo delle operazioni del Napoli, Formisano dal capo di gabinetto del sindaco De Magistris, Auricchio, al termine di un incontro svoltosi oggi in Prefettura. Sul fronte mercato si avvicina la pista che dovrebbe portare il brasiliano Lucas Leiva alla corte di Benitez, (un suo vecchio pallino ai tempi del Liverpool), a rinforzare la mediana; Lucas Leiva era già stato accostato al Napoli in passato e che può tornare di moda attualmente; un buon interditore che sa difendere ma che ha un ingaggio troppo alto. In questi frangenti meglio ricorrere alla diplomazia che può essere un ottimo oggetto di negoziazione per trovare un accordo tra le parti, considerato lo stipendio del brasiliano con passaporto italiano che facilita il suo possibile acquisto non avendo problemi col posto da extracomunitario. Ma quel che è accaduto lo scorso anno con Reina, può ripetersi anche in questa circostanza, ipotesi da non sottovalutare e da prendere in considerazione. Sono ormai trascorsi 7 anni da quando quel quasi 20enne di nome Marek Hamsik varcava le porte di Napoli e ora a distanza di tanti anni dove ha sempre giurato fedeltà alla maglia azzurra, vuole anche l’anno prossimo recitare un ruolo da leader. Dopo aver sposato la causa azzurra si è anche sposato Hamsik con la sua compagna Martina, rilasciando un’intervista al portale slovacco “Cas”: “Abbiamo sigillato la nostra unione dopo 7 anni che viviamo insieme, sono stato molto teso la notte precedente, che non è paragonabile all’essere teso al giorno prima della partita. Non andremo in viaggio di nozze perché incombe il ritiro col Napoli (a Dimaro nell’albergo in Val Di Sole, già tutto esaurito), purtroppo non ho potuto invitare i miei compagni di squadra perché c’era chi era impegnato al mondiale e chi aveva già programmato le vacanze. Ma ciò che importa che io e mia moglie abbiamo sancito questa unione familiare ed ora posso concentrarmi sul Napoli.” Il capitano azzurro, che è stato accolto ed è trattato da De Laurentiis quasi come un figlio, ha totalizzato sinora 246 presenze e 68 reti col Napoli, con 3 stagioni chiuse in doppia cifra; l’ultima stagione chiusa con appena 7 reti collezionando solo 28 presenze, condizionata in maniera determinante dal suo primo infortunio serio, cerca il riscatto per la prossima stagione che sta per giungere sia col Napoli che con la sua Slovacchia che non è riuscita a centrare il mondiale per alcuni scivoloni nel girone di qualificazione.

Articolo precedenteAfragola. Parla l’ex Comandante della Polizia locale. Nespoli: dove gli altri corrono e si affannano, lui passeggia. Giustino: non ricordo tutti.
Articolo successivoIl giro d’Italia femminile fa tappa a Nord di Napoli.
vive a Casoria, 22 anni, laureando in scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione nella facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha sempre amato scrivere per quanto concerne il calcio, scrivendo già per un giornale online e per “il giornale di Casoria” da novembre 2013 a marzo 2014. Il calcio è una passione che coltiva sin da piccolo.