All’indomani dello 0-0 – il terzo nelle ultime 4 partite di campionato – in casa contro il Torino di domenica sera, il Napoli si appresta a disputare la partita di ritorno dei sedicesimi di Europa League, in programma giovedì al San Paolo alle 18:55.

Si partirà dall’1-3 ottenuto nella gara d’andata in Svizzera, con le reti di Insigne, Callejon e Zielinski. Insigne verosimilmente sarà della partita, visto che mancherà in Parma-Napoli di domenica alle 18, essendo squalificato in campionato.

Partita che teoricamente dovrebbe essere senza patemi, col Napoli a gestire il vantaggio dell’andata, cercando di risolvere la questione goal che in campionato inizia a fare abbastanza rumore.

Il Napoli nella sua storia ha ospitato in 4 occasioni squadre elvetiche, con 3 vittorie e 1 pareggio. E’ capitato in Coppa delle Alpi, Coppa delle Fiere e in Coppa Uefa / Europa League. La prima partita risale in Coppa delle Alpi nel 1960.

Parliamo della partita di ritorno contro il Bienne, finita 3-3 (Di Mauro, Di Giacomo e Schiavone) e in virtù dell’1-3 a favore dell’andata, il Napoli eliminò il Bienne. Sempre in Coppa delle Alpi, gli azzurri nel 1969 giocarono in casa contro il Grasshoppers.

Vinsero 3-1 (Altafini e doppietta di Salvi) e al ritorno in casa del Grasshoppers gli azzurri persero 1-0, ma ciononostante riuscirono a superare il turno, forte della vittoria per 3-1 in casa nel match d’andata.

Per la terza partita in casa contro squadre svizzere, ci vogliono 20 anni dalla partita col Grasshoppers del 1969 ed è capitato in Coppa Uefa nell’edizione 1989/90. Il Napoli nella circostanza ospitò la matricola Wettingen.

Anche allora si giocava per i sedicesimi di ritorno come sarà giovedì e dopo aver pareggiato per 0-0 contro il Wettingen sul neutro di Zurigo, il Napoli s’impose al ritorno a Fuorigrotta per 2-1 (Baroni e Mauro).

La quarta e ultima squadra svizzera ad aver varcato la città di Napoli, è stato lo Young Boys in Europa League ai gironi durante la stagione 2014/15 e la squadra allenata allora da Benitez lo travolse 3-0, con tripletta di De Guzman.

Importante sarà giocare al meglio la partita di giovedì in casa contro lo Zurigo, senza badare troppo al risultato maturato all’andata, sennò si commette l’errore di rilassarsi e prendere il match sottogamba, il che non deve accadere.

Condividi su
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •