Home Cronaca & Attualità Giornata mondiale dei poveri, un piccolo pensiero per un grande gesto. Domenica...

Giornata mondiale dei poveri, un piccolo pensiero per un grande gesto. Domenica 15 Novembre

319
0

Domenica 15 Novembre è la giornata mondiale dei poveri, Papa Francesco ha scelto come tema la citazione del libro del Siracide (7, 32) “Tendi la mano al povero”

“Nonostante il periodo particolarmente delicato per molti, a causa della Covid – 19, quante mani tese abbiamo potuto vedere di tanti uomini e donne che hanno sfidato il contagio e la paura pur di dare sostegno, consolazione, e aiuti materiali. In questo momento sono messe in crisi tante certezze, ci sentiamo tutti più poveri è più deboli; la perdita del lavoro, degli affetti e anche delle relazioni ci ha fatto riscoprire quanto sia importante l’essenzialità. Questo è un tempo favorevole per sentire nuovamente che abbiamo bisogno gli uni degli altri”queste le parole che guidano l’azione dei volontari della Caritas della parrocchia Santa Maria Francesca 

L’invito è chiaro è diretto, c’è bisogno di tutti noi. Una donazione, se pur piccola, può essere un grande gesto per coloro che vivono una situazione al limite, ed ancor più accentuata a causa della pandemia. Un lavoro enorme quello del banco alimentare della Caritas della chiesa che ad oggi aiuta molte persone senza fissa dimora e più di 150 famiglie del quartiere Arpino/Cittadella.

Sabato 14 e domenica 15 Novembre, e nel rispetto delle limitazioni, anche tutta la prossima settimana, sarà possibile dare il proprio contributo, acquistando e donando beni di prima necessità durante le nostre spese.

Articolo precedenteCasoriani nel mondo. Maddaloni: imprenditori dal 1898
Articolo successivoEmergenza Covid-19:la Campania diventa zona rossa
Ci sono due cose durature che possiamo lasciare in eredità ai nostri figli: le radici e le ali (cit.). Fondiamo le prime con l'educazione ed il senso civico , mentre le ali, la speranza di un futuro migliore, si conferiscono con il buon esempio di chi in prima persona si batte per ciò in cui crede. partendo da studi classici ritengo che la scrittura sia un ottimo strumento per farlo.