Home Casoria Gare di velocità clandestine tra Casoria e Afragola. I consiglieri Fico,...

Gare di velocità clandestine tra Casoria e Afragola. I consiglieri Fico, Puzone, Trojano e Russo inoltrano interrogazione al Sindaco

472
0

Questa mattina i consiglieri comunali del centrodestra Rino Fico, Gennaro Trojano, Alessandro Puzone e Angela Russo hanno inoltrato un’interrogazione scritta al sindaco Raffaele Bene e alla sua giunta riguardo le gare di velocità illegali che si svolgono incessantemente in questi giorni per le strade dei comuni di Casoria ed Afragola. Le ragioni dell’interpellanza sono da ricercarsi nell’aumento del fenomeno delle corse clandestine sulle strade dei due comuni limitrofi, che negli ultimi giorni hanno causato anche un grave incidente stradale, coinvolgendo nel sinistro un minore gravemente ferito. Casoria purtroppo non è nuova a questo problema, è evidente sui social il malcontento dei cittadini verso un fenomeno in crescente aumento e che ha già causato numerosi incidenti. È stato altresì riscontrato che i luoghi utilizzati come “circuiti clandestini” sono da individuarsi nelle zone più periferiche della vita, quali Via Mauro Calvanese, Via Nazionale delle Puglie e le strade della frazione di Arpino. Interessato in questa istanza anche il comune di Afragola, confinante con alcune strade interessate al problema e soprattutto vittima degli stessi pirati della strada. I 4 consiglieri chiedono all’amministrazione Bene l’attivazione di un dialogo istituzionale con il Comune di Afragola per adottare comuni mezzi di contrasto alla circolazione oltre i limiti di velocità mediante il pattugliamento del territorio, anche di notte, con l’ausilio della Polizia Municipale dei Carabinieri e della Polizia, l’installazione di apparecchi per il rilevamento della velocità veicolare, l’installazione di dissuasori della velocità. L’adeguamento e l’incremento della segnaletica stradale verticale ed orizzontale e il miglioramento dell’illuminazione nei quartieri periferici. Chiedono infine la programmazioneinterventi di informazione ed educazione stradale utilizzando anche i social network. Queste le parole rilasciate dal consigliere Fico, uno dei quattro promotori dell’interrogazione: ”Penso che l’amministrazione non può rimanere inerme a quest’ennesima problematica, peraltro più volte segnalata dai cittadini. Mi auguro che a quest’interrogazione ci sia una risposta, magari istituendo, di concerto con l’opposizione, un tavolo tecnico con le forze dell’ordine ove si possano intraprendere azioni drastiche ma soprattutto risolutive.”