Home Cronaca & Attualità Furti e atti vandalici stanotte a Casoria: vittima “Terranostra”, spazio verde autogestito

Furti e atti vandalici stanotte a Casoria: vittima “Terranostra”, spazio verde autogestito

150
0

Vandalizzata stanotte Terranostra a Casoria: come denunciato attraverso la pagina facebook,lo spazio libero casoriano ha subito furti e atti vandalici a dir poco “meno che ingiustificati” da parte di ignoti.

Gli stessi fruitori hanno segnalato l’episodio attraverso i social:“Questa notte hanno derubato e vandalizzato Terranostra a Casoria:tutti i lucchetti e le porte blindate sono state forzate, sono stati demoliti il chioschetto in legno del bar, la cupola geodetica, vari mobili; una bandiera e dei manifesti bruciati, rubate biciclette per svariate centinaia di euro, un impianto audio, qualsiasi cosa che avesse minimo valore: un bigliardino, fili elettrici, trapano, attrezzi.La prima domanda è stata: chi ci può volere così male? Chi può riversare così tanta violenza e per quale motivo?Siamo tutti e tutte un po’ provati per quanto accaduto, ma guardandoci negli occhi e negli abbracci tra le lacrime ci siamo detti che non ci fermeranno! Che il nostro amore non morirà.Che questa terra continuerà a essere presidiata e difesa contro chi la vorrebbe per specularci, che questa sarà un’altra estate di socialità, di lotta per i beni comuni, di autoproduzioni fuorimercato, di ‘’ Terranostra, verde liberato autogestito’’ !Oggi e nei prossimi giorni continueremo a presidiare questa terra di tutt*; invitiamo chiunque volesse a fare lo stesso. Vogliamo lanciare delle iniziative che siano segno di resistenza e di solidarietà. Chi ha idee o volesse in qualsiasi modo sostenere questo sogno comune, venga a trovarci!

‘A terra è ‘a nostra e nun s’adda tuccà!!!”

#PARTECIPA
#LOTTA 
#VIVI
#AMA

Il post si conclude con l’illustrazione (che riportiamo di seguito) di ciò che questi pseudo criminali hanno potuto combinare: un casino e un vandalismo senza giustificazioni, senza scopo.

Di certo è che il nostro territorio è diventato seriamente “terra di nessuno”: mancano i controlli, manca il rispetto, l’umanità nonchè l’amore per le opere altrui.

Articolo precedenteLo scempio di Via Mauro Calvanese a Casoria
Articolo successivoIl cittadino segnala: incuria del territorio e atti di vandalismo in Via Garibaldi ad Arpino
Giornalista pubblicista laureata in letteratura, amo questo lavoro e soprattutto raccontare liberamente la realtà dei fatti, senza remore. Tenace e appassionata della mia professione, ritengo l'attività giornalistica, dopo decenni di esperienza, preziosa e entusiasmante che contribuisce a una crescita morale e intellettiva.