Home Cronaca & Attualità “Famiglia Cristiana” ironizza sul terremoto ad Ischia. Le parole di Borrelli e...

“Famiglia Cristiana” ironizza sul terremoto ad Ischia. Le parole di Borrelli e Simioli

190
0

“Casabusivamicciola” questo salta all’occhio dalla vignetta ironica pubblicata dal quotidiano “Famiglia Cristiana”.

Dopo il terremoto che ha colpito l’isola d’Ischia, sono stati tanti i commenti sui social che hanno inteso collegare in maniera errata il terremoto nell’Isola Verde a fenomeni di abusivismo edilizio; resta il fatto però, come hanno affermato Francesco E. Borrelli, consigliere dei Verdi e Gianni Simioli de “La Radiazza”, non è certo questo il modo di fare satira.

” La vignetta pubblicata da Famiglia Cristiana, raffigurante il cartello stradale con la scritta ‘Casabusivamicciola’, non fa onore a una testata giornalistica che dovrebbe trasmettere i valori della solidarietà e dell’amore per chi versa in momenti di estrema difficoltà come il popolo ischitano. Lo stesso Papa Francesco ha manifestato la sua vicinanza e ha offerto la sua preghiera per gli sfollati di Casamicciola, Lacco Ameno e Forio. Evidentemente la gerenza di Famiglia Cristiana, invece di seguire il Santo padre, ha preferito mettersi sulla scia del pregiudizio, dell’ignoranza e del qualunquismo, contribuendo ad alimentare la fastidiosa discriminazione tra terremotati di serie A e di serie B”. Siamo al paradosso.  alcun contributo per sollecitare la solidarietà degli italiani, che non è mai venuta meno in passato, nei confronti degli ischitani; addirittura un giornale di chiara estrazione cattolica sceglie di farsi beffe dei terremotati allineandosi alla peggiore stampa di questo paese. Speriamo che si sia trattato di una clamorosa svista alla quale Famiglia Cristiana vorrà porre rimedio lanciando una forte campagna di solidarietà per il popolo ischitano. Se così non fosse, allora è proprio vero che non c’è più religione”.

Questo è ciò che si legge sulla pagina del consigliere Borrelli. I commenti, per la maggior parte non proprio clementi riguardo alla vignetta, aumentano sempre di più. Molti auspicano ad ipotetiche scuse da parte di “Famiglia Cristiana” ai cittadini dell’isola.

Articolo precedenteFontana di Monteoliveto paragonabile ad una mini discarica: il proprietario del Gambrinus disposto ad “adottarla”
Articolo successivoIncendio Scampia. Alti tassi di inquinamento: i dati dell’Arpac
Studentessa di lettere moderne presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II". Amante dei libri trattanti la metafisica. Autodidatta nel campo della pittura. La sua passione è sempre stato il giornalismo, e non vede l'ora di realizzarla.