Home Cultura Eventi culturali a Casoria. Alessandro Campanile: ‘Cultura vuol dire inclusione’.

Eventi culturali a Casoria. Alessandro Campanile: ‘Cultura vuol dire inclusione’.

710
0

Casoria, questo mese (luglio ndr) è divenuta presidio di cultura. Sembrerà ossimorico e, probabilmente lascerà qualcuno perplesso, ma è proprio così, da 1 settimana il Parco Michelangelo si è convertito in un ‘teatro’ nel quale si concentra una vasta eterogeneità di culture, di tradizioni e di arti.

L’ingegnere Campanile, nell’intervallo che va dal 13 al 15 ha organizzato una serie di eventi che vede un frullato di ‘usi e costumi’ non appartenenti al mondo occidentale, ma ad una varietà di culture come quella cubana. Alessandro, che solo in questi 3 giorni si è spogliato e si spoglierà dei suoi panni di ingegnere, ha audacemente incentrato il suo ‘first day’ sul mondo cubano e, tra balli e spettacoli, ha anche sensibilizzato sul grande clima di instabilità che sta attraversando Cuba in questi fervidi momenti. A Casoria dunque, sembra essere in arrivo una volata di vento che non può che far bene ad un territorio reso ‘arido’, non bisogna dimenticare che, come anche Vecchioni ha scritto in una sua canzone, ‘senza la cultura siamo campati in aria, è come stare al sesto piano di un palazzo senza altri piani sotto, incapaci di capire ciò che succede’.

Articolo precedenteL’11 Luglio e quel risentirsi Italiani
Articolo successivoInnovazione, realta’ aumentata e chatbot personalizzati: cosi’ Graded traccia a distanza l’utilizzo corretto dei dpi sui cantieri
Studente del quinto anno del liceo scientifico, è membro della ‘Commissione osservatori Esteri’ del C.N.G. Tra le sue passioni, oltre quella del giornalismo, mezzo ad altissimo impatto mediatico e sociale, vi è la lettura e un forte attivismo politico.