Home Essere Altrove Essere Altrove. I viaggi di Giovanni e Anna: Casa Troisi

Essere Altrove. I viaggi di Giovanni e Anna: Casa Troisi

243
0

C’è una persona che è rimasta nel cuore del napoletani, tanto da essere divenuta un’icona e meritare di appartenere al quel “pantheon” di personaggi rappresentativi della cultura napoletana. Una persona che è scomparsa troppo presto. Il suo nome: Massimo Troisi. Se i napoletani cantano, con un misto di orgoglio e malinconia (sarebbe meglio scrivere Apucundria), le canzoni di Pino Daniele o recitano a memoria i film di Totò e le commedie di Eduardo, altrettanto fanno con i film di Massimo Troisi o le gag del mitico gruppo teatrale “La Smorfia”, di cui Troisi faceva parte insieme a Lello Arena e Enzo Decaro.

Perché Massimo Troisi aveva dentro quella scintilla di eternità che lo ha reso immortale, nonostante la sua prematura fine. Ed anche perché Massimo incarnava a pieno lo spirito napoletano, fatto allo stesso tempo di allegria e tristezza, di generosità e cattiveria, di paura ma anche sfida della morte, di cinismo ma anche di coraggio rivoluzionario. Massimo sempre con noi, grazie anche ad una bellissima iniziativa chiamata: A CASA DI MASSIMO TROISI. Cosa è? Innanzitutto uno spazio dove sono riunite cose a lui appartenute: non solo cimeli e premi, ma anche oggetti di tutti i giorni come: i mobili e il telefono di casa sua, la sua carta di identità etc. Potremmo aggiungere che è un salotto dove incontrare alcuni dei suoi familiari. Ma cosa vuole essere “a Casa di Massimo Troisi” lo dice il nome stesso: non un museo ma la casa di Massimo Troisi!   La trovate a: San Giorgio a Cremano (NA), all’interno di “Villa Bruno”, in Via Cavalli di Bronzo.

Anche io ci sono stato e ci torno, talvolta pensando con un po’ di malinconia a quel giorno lontano, quando – ragazzino – ho assistito ad uno spettacolo della Smorfia al Metropolitan. E da allora il mio mondo si è popolato per sempre di “minolli”, “rostocchi” e quel meraviglioso frasario fatto di “non te preoccupà, non te preoccupà” “Annunciazione annunciazione” “o Napoli sta perdendo co Cesena!!!”, sognando di potere vedere un giorno l’agendina di Minà. E allora? Allora CIAO MASSIMO

Articolo precedenteIl forte appello della Comunità di Santa Maria della Stella a Casoria ì:” Don Carmine è tutto per la comunità, abbiamo bisogno di lui! ”
Articolo successivoIl Napoli ritrova la vittoria, ma saluta Hamsik. Lo slovacco chiuderà la carriera in Cina
Avvocato, nato a Napoli. Appassionato di viaggi, fotografia reportage ed esplorazioni urbane, ha una pagina web chiamata Essere altrove.