Quello della sicurezza è il tema che da diverse settimane sta tenendo banco a Casoria: si moltiplicano le iniziative e, a quanto pare, la voce dei cittadini sembra essere entrata anche nelle stanze degli amministratori.
Ma evidentemente non basta ancora; la sensazione di un territorio per troppo tempo abbandonato a se stesso,al punto da diventare terra di scorribande per la microcriminalità e terreno fertile per ladri e rapinatori, è ancora forte e la gente non sembra intenzionata a desistere.
Alcuni residenti hanno promosso una petizione popolare da sottoporre al Prefetto di Napoli, al Questore di Napoli ed al Sindaco di Casoria al fine di promuovere ogni iniziativa necessaria a potenziare il controllo del territorio e a garantire la sicurezza a tutti, in particolare ai commercianti, spesso martoriati da continue rapine o atti di vandalismo.
Un grido di dolore e al contempo di protesta quello che vuole arrivare ancora più forte alle orecchie di chi dovrebbe assicurare ai casoriani le migliori condizioni di vivibilità. Lo scopo è quello di chiedere una maggiore collaborazione tra l’Amministrazione e le Forze dell’Ordine così da far sentire la presenza delle istituzione al fianco dei cittadini e quella dello Stato come deterrente.
Chi vorrà firmare la petizione, potrà farlo Sabato 13 ottobre, dalle 17.30 alle 20.30  nei pressi della Galleria Marconi
Condividi su
  • 33
  •  
  •  
  •  
  •  
  •