Home Politica ELEZIONI, I CANDIDATI CASORIANI AL PARLAMENTO

ELEZIONI, I CANDIDATI CASORIANI AL PARLAMENTO

Quattro donne, candidate di bandiera, e un uomo, unico ad avere possibilità concrete.  

436
0

Il 25 settembre eleggeremo per la prima volta il Parlamento italiano con un numero ridotto di parlamentari. 400 deputati invece di 630 e 200 senatori in luogo di 315. 

Questo taglio delle “poltrone”, comunque la si pensi, ha prodotto un caos mai visto prima nella composizione delle liste dei candidati di tutti gli schieramenti. 

I segretari e i vari peones si sono dovuti produrre in uno sforzo arzigogolato per garantire i leader storici secondo una legge elettorale, che in pratica decide a tavolino gli eletti di ogni singolo partito a seconda della posizione nella lista e dei voti ottenuti dalla lista stessa. 

Ma andiamo a vedere chi sono i politici casoriani che essendo candidati sperano nell’elezione in Parlamento. Quattro donne, candidate di bandiera, e un uomo, unico ad avere possibilità concrete.  

Quello che spera più di tutti e Luca Scancariello, storico leader di Fratelli d’Italia, già candidato sindaco che essendo il numero due della lista del collegio proporzionale dove ricade Casoria ha una autentica possibilità di essere eletto. Una probabilità tanto più concreta perché la prima della lista Marta Schifone è candidata anche in un collegio uninominale considerato blindato. 

Spera concretamente Marianna Riccardi, candidata nel collegio uninominale della Camera per la lista Azione/Italia Viva. Un riconoscimento importante per l’attuale assessore alle Politiche Sociali della Giunta di Raffaele Bene. Più di una speranza anche per lei. 

Meno probabile ma non per questo impossibile l’elezione di Antonella Ciaramella nella lista proporzionale del PD alla Camera. Il suo quarto posto in un collegio dove davanti a lei non figurano candidati anche all’uninominale rappresenta una ulteriore investitura quale leader del PD sul nostro territorio.  

Stesso discorso per Angela Russo, leader cittadina di Forza Italia che è stata candidata nella lista plurinominale della Camera in una posizione non di primo piano ma che sicuramente riconosce il suo forte impegno politico di questi anni. 

Di bandiera infine la candidatura di Isabella De Luca per la lista di Europa Verde nel collegio plurinominale del Senato. Imprenditrice molto nota sul territorio che ha abbracciato con convinzione la scelta ambientale.

Articolo precedenteVittorio D’Andrea e il rap che viene dallo spirito
Articolo successivoFIORENTINA – NAPOLI, LA GARA CHE PROMETTE SPETTACOLO
Ha iniziato l'attività giornalistica come cronista nel 1994, ancor prima di conseguire la Laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II (2003). Formatosi presso il settimanale della Curia Arcivescovile di Napoli "Nuova Stagione" e presso un periodico locale "Casoria Due" distribuito nella provincia a nord del capoluogo, ha svolto numerose collaborazioni quotidiani di rilievo regionale, in qualità di corrispondente dal comprensorio dei comuni a nord di Napoli. Tra le testate dove ha pubblicato propri servizi ed articoli: Il Roma, Il Giornale di Napoli, La Città, Metropolis e presso il quotidiano on-line Napoli.com. A partire dal 1999, all'attività di free lance, ha associato il lavoro presso Uffici Stampa di Enti Pubblici, tra cui la Provincia di Napoli, il Comune di Casoria, il Comune di Qualiano e l'Agenzia "Città del Fare". Nel settore della carta stampata è stato Caporedattore della rivista specializzata nel mondo della disabilità “Noi, gli altri, edita dall'A.I.A.S. (2004); è stato fondatore e direttore del settimanale "L'Urlo" edito nell'area giuglianese (2006) nonché fondatore e direttore del settimanale free press "Laltrolato" pubblicato nell'area nord di Napoli (2008). Nel settore radio-televisivo è stato redattore del radiogiornale di "Radio Ombra Sound" (1998) e collaboratore di trasmissioni di intrattenimento politico presso la televisione locale Tele Club Italia (2007). È stato direttore del Tg dell'emittente web UnicaChannel .