Non si può dire che manchino, in questo periodo, le polemiche e le questioni che coinvolgono l’operato della Giunta guidata dal Sindaco Raffaele Bene; se da un lato è normale che nel gioco delle parti l’opposizione cerchi di evidenziare i punti deboli della maggioranza, dall’altro le occasioni di confronto/scontro cominciano ad essere davvero tante.
Stavolta la materia del contendere riguarda il piano di manutenzione dell’edilizia residenziale pubblica e ad affrontare il tema è la lista Angela Russo per Casoria che, tramite il consigliere Gennaro Trojano lancia l’ennesima pietra nello stagno.

Secondo Trojano, che il 20 dicembre ha presentato un’apposita interrogazione, non è stato ancora predisposto niente sul fronte della manutenzione e della gestione degli edifici di proprietà del Comune di Casoria. Stando così le cose, si rischierebbe di lasciare a casa i 25 lavoratori della società che gestisce la manutenzione degli immobili, mentre un ulteriore rischio sarebbe legato alla attuale mancanza di un affidamento per gestire la riscossione.

Ricorda, infatti, Trojano che attualmente solo il 65% degli affitti viene regolarmente riscosso, per un ammontare di circa 30mila Euro mensili per le casse comunali, ma anche questi soldi sarebbero a rischio se la questione non venisse affrontata per tempo, mentre 677 alloggi verrebbero lasciati senza la manutenzione ordinaria e straordinaria.

Il timore di Trojano è che, presa dalle vicende degli incarichi, delle esternalizzazioni ed assunzioni, l’Amministrazione sottovaluti questa vicenda la quale, ribadiamolo, metterebbe a rischio il lavoro per 25 persone

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •