Non si placano le polemiche sulla nota vicenda dell’Ecodistretto e, a quanto pare, i cittadini di Casoria proprio non ne vogliono sapere di rassegnarsi ad ospitare praticamente alle proprie porte un impianto del genere.

Già abbiamo raccontato di quanto sia sentita la questione e come abbia guadagnato trasversalmente consensi il partito del no anche tra le varie anime  politiche della città.

Recentemente si era espresso contro la decisione dell’Asia il senatore Tommaso Casillo, e da poco è tornato a fargli eco l’ex sindaco Pasquale Fuccio, quest’ultimo favorevole all’impugnazione dinanzi al Tar della delibera con cui il Comune di Napoli ha dato il proprio placet all’avvio dei lavori.

Da ultimo, l’intervento del neo Commissario, il Prefetto Santi Giuffrè il quale, con un’eloquente missiva, invita De Magistris a revocare la delibera di giunta. Parrebbe, infatti, che la competenza dell’Ato in materia potrebbe determinare l’illegittimità dell’atto.

Ebbene, a quanto sembra, un ricorso al Tar potrebbe essere presentato già in settimana; la notizia è stata rilanciata via social anche dall’ex assessore Ciro Tignola, il quale parla di iniziativa dei cittadini stanchi di attendere segnali politici in tal senso.

Dunque non pare ancora arrivato il momento di mettere un punto alla vicenda; seguiremo gli sviluppi sperando in un esito positivo che scongiuri l’ennesima umiliazione per un territorio già devastato da anni di mala gestio e abusivismo selvaggio.

Condividi su
  • 67
  •  
  •  
  •  
  •  
  •