Home Sport Dopo Mascherano e Gonalons sfuma anche Kramer.

Dopo Mascherano e Gonalons sfuma anche Kramer.

74
0

kramerDa Mascherano a Gonalons, giocatori individuati come rinforzi e che si sono tirati fuori dal mercato, sia per volontà dei loro club che personale. Situazione analoga che si sta vivendo anche con Kramer; il 23enne tedesco un’incognita prima del mondiale, non ha del tutto definito quali sono le sue intenzioni. Il Bayer Leverkusen vorrebbe tenerselo, o quantomeno venderlo ancora meglio tra una stagione, inoltre in più c’è il Borussia Monchengladbach che incombe, perché vuole avere il centrocampista in prestito anche nella prossima stagione; si rivedono gli spettri su un’altra possibile delusione di mercato. A non aiutare il Napoli sono anche le dichiarazioni rilasciate dal direttore sportivo del Bayer Leverkusen, Voeller, al quotidiano tedesco Rp Online, smentendo le voci su un possibile approdo a Napoli di Kramer: “So di queste voci di mercato, dopo una stagione molto buona in Bundesliga e questa Coppa del Mondo in Brasile è anche normale, ma Christoph giocherà un altro anno al Borussia e poi tornerà da noi. Lui è parte integrante dei nostri piani per le prossime stagioni.” Parole che non sono state tradotte in modo completo, e che lasciano tutto in sospeso, Bigon spera che il giocatore possa chiedere al club la cessione, per venire a lavorare con Benitez, avendo già pronta la mail con l’offerta. Se la trattativa dovesse saltare in maniera definitiva, il Napoli non punterebbe solo sui già noti Leiva, Mario Suarez e Sandro, a questi si aggiungerebbero inoltre lo spagnolo Camacho del Malaga e Leroy Fer del Norwich secondo quanto asserisce il quotidiano “La Repubblica”. E’ stato sorteggiato il tabellone di Tim Cup, si prevede ancora un cammino interessante per il Napoli, che entrerà a partire dagli ottavi di finale affrontando probabilmente una tra Udinese o Cesena al San Paolo. Sorteggiata come testa di serie n.4, il Napoli nell’ipotetico quarto di finale con l’Inter, avrebbe il vantaggio di giocare la gara unica al San Paolo. Proseguendo per l’ipotetica semifinale, nel lato degli azzurri ci sono Milan e Torino. In uscita abbiamo già parlato di Gamberini, che piace sia al Verona che al Bologna, ma stando agli ultimi rumor, si è inserito anche il Chievo; il calciatore a breve effettuerà le visite mediche per poi raggiungere il ritiro clivense. Andrà via anche Vitale, l’esterno sinistro di proprietà del Napoli, piace alla Ternana, che lo rivuole dopo l’esperienza positiva dello scorso anno e al Novara. Tra i partenti c’è pure Dzemaili, il Siviglia ha offerto 5 milioni, dal canto suo lo svizzero avrebbe dato già il suo consenso ai vice campioni di Europa League; mentre per Behrami non c’è solo l’Atletico Madrid, ma nelle ultime ore anche l’Amburgo si è fatto avanti. E’ stato intervistato al Corriere del Mezzogiorno, Insigne, ecco quanto dichiarato dal folletto di Frattamaggiore: E’ impossibile dimenticare la partita con il Costarica. E’ stato il mio esordio al mondiale. Ma le responsabilità non sono soltanto dei giovani o di chi ha citato Prandelli. Potevo fare meglio, ma non sento alcuna colpa. Alla domandasu quanto dichiarato da Buffon e De Rossi dopo l’eliminazione, ecco  cosa ha risposto il fantasista azzurro: Non mi sono mai sentito chiamato in causa, sono sempre concentrato ed ambizioso e non ho avuto nessun atteggiamento superficiale ed ho sudato per conquistarmi il posto. Adessola testa è tutta al Napoli? Sono arrivato a Dimaro sereno e motivato come sempre, sarebbe stupido pensare ancora al mondiale; si va avanti e per farlo bisogna pensare solo al Napoli, a lavorare duro per fare una bella stagione. Le motivazioni sono alte, voglio fare meglio dell’anno scorso, soprattutto di fare più gol. Sono napoletano per me è un orgoglio giocare con la maglia azzurra. I tifosi si sentono rappresentati da un loro conterraneo e per questo gli chiedono sempre il massimo. Ma questo non mi crea disagio. Come loro voglio scendere in campo e vincere sempre. Le sirene inglesi sul suo conto? E’ un orgoglio che l’Arsenal si sia interessata a me. Ma per ora voglio restare a Napoli. Voglio vincere qui.”

Articolo precedenteParco del Poggio, una bellissima sera d’estate al cinema
Articolo successivoStati Uniti. Impietose ore di agonia di un condannato a morte.
vive a Casoria, 22 anni, laureando in scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione nella facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha sempre amato scrivere per quanto concerne il calcio, scrivendo già per un giornale online e per “il giornale di Casoria” da novembre 2013 a marzo 2014. Il calcio è una passione che coltiva sin da piccolo.