Home Cronaca & Attualità Dolores O’ Riordan, leader del gruppo “The Cramberries” è morta ieri a...

Dolores O’ Riordan, leader del gruppo “The Cramberries” è morta ieri a Londra; le cause restano ignote

274
0

E’ morta ieri Dolores O’ Riordan voce e leader della famigerata band “The Cramberries”. La donna 46enne, al momento della sua morte si trovava a Londra per una “breve sessione di registrazione”.

A darne la triste notizia  il suo agente, il quale ancora non ha reso note nello specifico le cause del decesso.

Sulle condizioni di salute di Dolores in effetti si sa ben poco: la cantautrice chitarrista aveva dovuto interrompere un tour europeo per dei “dolori alla schiena”, mentre poco prima di Natale, aveva pubblicato un post sui social in cui dichiarava di sentirsi meglio; lo scorso 4 gennaio la cantante postò un tweet dicendo che si trovava in Irlanda.

Dolores O’ Riordan era nata nel 1971 in Irlanda e, ironia della sorte, entrò a far parte della band che la lanciò come “voce” soltanto tramite un annuncio sul giornale.

I successi riscossi durante i suoi lunghi anni di carriera sono molteplici: chi non dimentica “Zombie”, ispirato alle violenze compiute a Warrington nel 1993 da parte dell’organizzazione militare indipendentista irlandese in cui furono uccisi un bambino di tre anni e uno di dodici, oppure Just my imagination, Animal Instinct eccetera.

Diagnosticatole un disturbo bipolare nel 2013 a causa di violenze subite in famiglia, in seguito all’aggressione senza apparente motivo a una hostess e un agente di polizia, ella raccontò ai media che la sua famiglia, soprattutto i suoi figli, avevano rappresentato la sua “salvezza”

La sua morte è stata commentata tristemente anche dal presidente della repubblica d’Irlanda e da altre personalità del cinema e della musica che mai dimenticheranno la sua voce suadente e capace di trasmettere forti emozioni.

Articolo precedenteCasoria. Tentativo di furto alla sede della Arciconfraternita SS. Maria della Pietà e del Buonconsiglio
Articolo successivo“Apprendere durante tutto l’arco di una vita” incontro/evento aperto a tutti presso la Biblioteca comunale
Giornalista pubblicista laureata in letteratura, amo questo lavoro e soprattutto raccontare liberamente la realtà dei fatti, senza remore. Tenace e appassionata della mia professione, ritengo l'attività giornalistica, dopo decenni di esperienza, preziosa e entusiasmante che contribuisce a una crescita morale e intellettiva.