Home Moda & Costumi Dolce & Gabbana scelgono l’isola di Capri per la collezione Alta Moda.

Dolce & Gabbana scelgono l’isola di Capri per la collezione Alta Moda.

465
0

modaIl duo di stilisti più invidiati del fashion sistem, Domenico Dolce e Sfefano Gabbana, fondatori dell’omonimo brand, “Dolce & Gabbana”, hanno scelto i meravigliosi scenari di Capri, l’isola dell’alba e del tramonto, del sole di mezzogiorno e della notte stellata, senza confini, per presentare la nuova collezione di alta moda, tutto rigorosamente, made in Italy.
Tutto è possibile a Capri, anche gli abbinamenti più impensabili, dalle pellicce ai costumi broccati, dagli abiti svasati di astrakan rosso bordeaux, al vestito per ballare la tarantella ini pizzo e campanelle, ed ancora le t-shirt di ermellino colorato con le tinte di Capri, dal verde dell’acqua, al giallo dei limoni, all’azzurro del cielo. Capi unici e ricercati, per «una donna che non vive le stagioni ma la vita, l’amore e la passione», scrivono Dolce e Gabbana nell’invito alla sfilata della loro Alta Moda.
L’isola un luogo ad hoc per l’occasione: un tramonto bagnato di luce dorata, una passerella ritagliata tra gli scogli dell’approdo della Fontelina, di fronte ai Faraglioni, dove un tempo le donne andavano a lavare le foglie del lino; pochi e selezionatissimi invitati (solo 250), c’è chi arriva dal mare, c’è chi preferisce la camminata scoscesa, le onde che si infrangono sulle rocce, divani damascati e poltroncine decorate, candelabri, limoni e drappi porpora ovunque, e poi ecco le regine e le principesse, arrivare dal mare agitato che rende tutto più difficile ma anche scenograficamente più adrenalinico.
«Le più importanti celebrità che si sono recate a Capri — scrivono gli stilisti nel loro libretto d’appunti e immagini sulla collezione — non sono mai state considerate solo delle dive, ma anche delle vere regine». Liz Taylor, Maria Callas, Brigitte Bardot, Wally Simpson, Sofia Loren: «Abbiamo pensato a loro, a quando mettevano piede sull’isola e si vestivano del sole, dei colori, dell’energia del posto e ne venivano travolte. Fieri di essere italiani, abbiamo voluto ricreare quell’atmosfera, quella sensazione che è unica e irripetibile». Non ci sono stagioni, non c’è giorno e non c’è sera in questo angolo incantato. Ci sono solo queste eccentriche regine, settantotto in tutto, in sandali d’oro e pietre preziose o stivali di cincilla e astrakan, insomma quasi dei doposci.

kolceLe modelle: dalla cappa Farah Diba di astrakan blu petrolio, al tubino bustier di Gennarina che incede seriosa con il velo nero sul volto, a Maruzzella in tailleur bermuda di broccato ricamato con la tecnica Dolce e Gabbana: macramè, broccato, croquet, filo e perle, tutto insieme.

«Le clienti dell’alta moda sono veramente capaci di scendere al mare con la pelliccia sopra il costume o partire da Capri per essere la sera a Mosca», raccontano gli stilisti. È che le volpi, le linci, i visoni, gli astrakan che sfilano al tramonto su questi scogli hanno la leggerezza di un velluto di seta! Che siano il tailleur con la giacchetta sottile e la gonna svasata o il completo con il top con i bottoni di corallo e lo short corto-corto. Poi gli abiti e le gonne a spicchi come gli ombrelloni o le vesti Anni Cinquanta, a righe o con i disegni delle maioliche, tutti dipinti e sfumati a mano. O quelli realizzati con scampoli di tessuti originali degli Anni Sessanta. E ancora le creazioni souvenir «saluti da Capri»: la piazzetta, i Faraglioni, le case ricamati in paillettes. I foulard e le ceste-capolavori impreziosite da pietre vere.
Immancabili i gioielli: corone, tiare e diademi, poi le grandi fragole di rubini o i limoni di diamanti gialli per parure complete, gli orecchini a forma di gozzi, i putti e le maioliche. Ci sono voluti diversi anni per realizzarli. Dopo la kermesse è seguita un’elegante cena, dove Dolce e Gabbana, hanno salutato gli ospiti, ringraziandoli e ribadendo l’unicità di trasformare la semplicità, in Alta Moda.

Articolo precedenteRassegna Stampa 13 Luglio 2014
Articolo successivoCasavatore. La “ballata dei gigli” festa in città
E' una giovane mente creativa del panorama artistico napoletano. Giornalista, Fashion Editor, Photographer, Video-Maker, Graphic Designer, social media marketing, blogger, non si stanca mai di mettersi in gioco e cimentarsi in nuove esperienze. Appassionata di moda e fotografia, si laurea nel 2012, in Fashion Design e specializzandosi in Comunicazione, editing e Advertising.