Home Cronaca & Attualità Coronavirus aggiornamenti Napoli e Campania.

Coronavirus aggiornamenti Napoli e Campania.

194
0
Conferenza stampa del Presidente Vincenzo De Luca: Nessun caso di contagio in Campania. Ma strutture ospedaliere pronte in caso di necessità. Napoli -Barcellona si giocherà normalmente.
Alle ore 13.30, di oggi presso la “Sala De Sanctis” di Palazzo Santa Lucia, al termine della riunione operativa convocata dal presidente della Regione Campania sull’emergenza Coronavirus. Il Presidente De Luca, ha fornito alcune indicazione sulla situazione in Campania sull’epidemia di Coronavirus che ha colpito la nostra Nazione. Intanto, in Campania ad oggi, non vi è nessun caso di contagio. Napoli-Barcellona, la tanto attesa gara di Champions league che si svolgerà domani sera al San Paolo, che pure era stata messa in dubbio, si terrà regolarmente. Troppe, le fake news messe in giro, secondo De Luca, che hanno l’unico effetto di allarmare la popolazione. A questo proposito si chiede massima responsabilità nella diffusione di notizie. Ecco altre sue dichiarazioni: “Lavoriamo in stretto contatto con il Ministro Speranza e il lavoro va avanti con grande tranquillità e collaborazione. Le uniche fonti di notizie certe sono quelle della Regione e del Ministero della Salute. Si chiede inoltre alla popolazione di non ingolfare il numero verde attivato da 20 giorni. Nella nottata abbiamo avuto centinaia di chiamate. Nei casi sospetti rivolgetevi non al numero verde, ma al 118 o ai medici di base. Non affollate gli Ospedali con più di un familiare. Evitate anche di andare a visitare i pazienti che non hanno grandi problemi. Ai Sindaci daremo indicazione di non procedere ad atti unilaterali, ma a comunicare subito i casi che ritengono sospetti. Gli scambi con la Lombardia sono tanti ovviamente. Quindi è opportuno segnalare alla Regione casi particolari. Con il Cotugno in 2 ore abbiamo notizie su accertamenti da svolgersi su casi sospetti. Non bisogna creare clima di psicosi. Manderemo linee guida ai nostri interlocutori. Per il trasporto pubblico non doteremo di mascherine il personale. Perchè andrebbe poi dotato tutto il personale di tutti gli uffici pubblici. Ci muoveremo con ragionevolezza. Dobbiamo tutelare soprattutto il personale medico. Andiamo avanti con tranquillità nel trasporto. Ci sono stati anche eventi di massa con le precauzioni ragionevoli di igiene personale per eventuali contatti. Le nostre strutture saranno pronte in caso di contagi. Ci saranno percorsi dedicati per pazienti che devono essere visitati, avremo percorsi separate per i ricoveri nei reparti di malattie infettive, oltre che nei pronto soccorsi. I posti letto disponibili in caso di emergenza ci sono. Dalla prossima settimana doteremo di tamponi anche l’ospedale San Paolo, il Ruggi, il Moscati e l’ospedale di Caserta. Attualmente il Cotugno può fare verifiche su 100 tamponi al giorno. Organizzeremo punti informativi nei porti tipo una tenda dove chiamare tutti quelli che devono imbarcarsi per le nostre isole, per chiedere ad esempio, da dove vengono, chi hanno frequentato. Abbiamo 200 posti letto in Campania. Avremo anche noi eventuali spazi per quarantena sullo stile della Cecchignola di Roma come caserme, ma prepareremo spazi anche negli ospedali. Abbiamo 500mila mascherine, possiamo girare mascherati per un anno. Abbiamo farmacie disponibili anche a preparare soluzioni simili all’amuchina per evitare speculazioni”. Questo quanto dichiarato poche ore fa dal Presidente De Luca. Intanto i casi accertati in Italia di Coronavirus sono 229 e purtroppo le vittime sono salite a sei. Ma occorre tenere i nervi saldi e non farsi prendere dalla paura. I medici italiani sono tra i migliori del mondo. Così come il nostro sistema di Protezione Civile che è in allerta da giorni. L’Italia, ne siamo certi, vincerà questa sfida!