Fonte foto: Ritaglio da La Repubblica

Il Napoli si conferma squadra di Coppa, infatti nelle due competizioni non ha mai perso e ieri sera ha vinto il match contro l’Inter capolista della serie A a San Siro.

Il Napoli ha disputato una partita prettamente difensiva, e ha trovato un’Inter incapace di scardinare il fortino messo su da Gennaro Gattuso, arrivato a Milano con l’intenzione di non prendere gol. 11 giocatori dietro la linea della palla e sperare nel colpo giusto, arrivato con Fabian Ruiz che sigla una bellissima rete.
Il primo tempo è lento, con ritmi da allenamento e con le due squadre incapaci di inventare qualcosa di pericoloso dalle parti dei due portieri. E’ L’inter a creare qualcosa in più ma niente di particolare da segnalare. Allo scadere del tempo su una delle pochissime ripartenze del Napoli, Zielinski ben servito da Mertens trova ben piazzato Padelli che gli chiude lo specchio, il rimpallo finisce sulla mano di De Vrij che sembra disinteressarsi del pallone e infatti Calvarese dopo un silent check lascia proseguire.
La ripresa vede in campo D’Ambrosio per Skriniar ammonito a inizio partita e un’Inter con ritmi più elevati. Ma è il Napoli a passare: Fabian Ruiz al 57’ tira fuori dal cilindro il jolly che fisserà il risultato finale.
Nell’Inter entrano Eriksen e Sanchez, nel Napoli Politano e Allan per blindare ancora di più il fortino messo si. Gli azzurri resistono agli assalti nemmeno troppo pericolosi dei milanesi e portano a casa una vittoria che mette una seria ipoteca sulla conquista della finale. Dopo Lazio (in Coppa Italia) e Juve (in campionato), il Napoli batte anche l’Inter completando il trittico di vittorie contro le prime della classe, se consideriamo la vittoria contro il Liverpool di inizio stagione, il rammarico per l’andamento di questo campionato è forte e brucia parecchio.
Il 5 Marzo return-match al San Paolo, obiettivo finale di Coppa Italia per salvare almeno in parte una stagione no.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •