Di Paolo Borzillo – Nell’ambito delle attività di tutela ambientale svolte dalle polizie municipali dei territori della Terra dei Fuochi si è svolta questa mattina un’attività di controllo sul territorio del comune di Casavatore svolta dalla Polizia Municipale unitamente ai colleghi di Arzano, Casoria e Napoli. Presenti anche i Carabinieri forestali di Napoli ed i militari dell’Esercito impegnati nell’attività strade sicure. In via Verdi sono state controllate due attività artigianali che dividevano uno stesso complesso edilizio industriale. Nel primo caso è stata sequestrata una fabbrica di divani che risultava avere autorizzazioni per la sola vendita e per questo sono state contestate infrazioni per lo smaltimento illegale di sfalci di pelle e tessuti oltre ad emissioni in atmosfera.
Nel secondo caso ai titolari di una fabbrica di bicchieri sono state contestate violazioni amministrative non gravi per la non corretta tenuta del registro di smaltimento rifiuti.
Nell’ambito della stessa attività sono stati svolti anche controlli stradali nella zona industriale tra Arzano e Casavatore.
Queste attività rientrano in un protocollo d’intesa promosso dal Commissario preposto per il Ciclo dei Rifiuti della Prefettura di Napoli. Ad esso hanno aderito la gran parte dei Corpi di Polizia Municipale di Napoli, anche non rientranti nella zona geografica della terra dei Fuochi.

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •