Ormai è da diverse settimane che il Napoli non ha più la freschezza fisica e mentale che ha caratterizzato questi campionati sotto la guida di Sarri.

E’ difficile praticare lo spettacolare gioco del tecnico toscano se non si ha l’energia e la velocità giuste. Anche oggi gli azzurri, hanno ottenuto un maggior possesso palla, ma rispetto alle altre volte, Donnarumma non è mai stato impegnato seriamente, se non in pieno recupero quando con un balzo felino, ha negato a Milik la gioia del vantaggio.

Azione clamorosa che lascia ancora di più l’amaro in bocca e un retrogusto che sa di “game over”. Se la Juventus vince la partita di stasera contro la Sampdoria allo “Stadium”, i giochi sarebbero praticamente chiusi.

Il Milan ha disputato una buona partita e ha saputo limitare al massimo gli azzurri, conquistando Il pareggio che alla fine dei conti è un risultato inutile, che non serve a nessuna delle due compagini. Il Napoli si allontana dalla vetta, il Milan dalla zona Champions.

Finché la matematica lo consente la squadra deve provarci, ma ormai il sogno è più lontano.

Questa maledetta primavera, ha allontanato gli azzurri dalla vetta e anche le partite vinte sul filo di lana hanno dimostrato che non c’è più tanta energia da sfruttare.

Le responsabilità sono anche di Sarri, che come sua abitudine utilizza i titolarissimi fino a quando è possibile, senza mai attingere dalla panchina se non negli ultimi minuti. Forse Milik, prima avrebbe potuto dare una mano in più, ma inutile parlare a giochi fatti.

Nel turno infrasettimanale, il Napoli giocherà in casa contro l’Udinese, prima di andare a Torino dove Domenica prossima sfiderà i campioni d’Italia e capoclassifica.

Condividi su
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •