Consulta delle persone con disabilità: Marro: «C’è un regolamento aggiornato del 2020. Quanta superficialità per la disabilità. Riccardi: «Il refuso non inficia la domanda presentata dai cittadini». Questo è il sunto della polemica nata sulla Consulta al Comune di Casoria. Ma perché c’è stata questo scambio di opinioni? Il Comune di Casoria, tramite il proprio portale ufficiale ha annunciato l’approvazione del regolamento “Consulta delle persone con disabilità”, seguendo però il regolamento del 2017, ignorando le modifiche effettuate allo stesso solamente qualche mese fa. Nell’avviso pubblicato all’albo del sito istituzionale sono invitati i cittadini diversamente abili a manifestare il proprio interesse entro il 30 marzo. Nel dibattito creatosi intorno a questa vicenda è intervenuta anche la consigliera Luisa Marro, la quale ha dichiarato: «Vorrei ricordare che c’è un regolamento aggiornato del 2020! Ma come si lavora? Suggerirei meno spettacolo e più studio. Quanta superficialità per la disabilità». Non si è fatta attendere la replica dell’Assessore alle Politiche sociali Marianna Riccardi, che ai nostri microfoni ha così parlato: «In merito ad alcuni post letti sui social riguardo la pubblicazione di un avviso per la “Consulta della Disabilità” che fa riferimento al Regolamento del 2017, ringrazio chi ci ha fatto presente di non aver citato il Regolamento aggiornato con la Delibera del Consiglio comunale n. 8 del 24/06/2020. Ci teniamo a chiarire che questo refuso non inficia in alcun modo la domanda presentata dai nostri concittadini interessati a partecipare alle attività della Consulta per costruire “finalmente” un tavolo di partecipazione attiva alle tematiche della superabilità. Le domande presentate fino a questo momento sono e resteranno valide. Abbiamo già allertato gli uffici competenti affinché possano rettificare quanto prima l’avviso con le modifiche del 2020».

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •