L’istituzione della cabina di regia delle professioni fortemente voluta dal Presidente De Luca e dagli assessori Marchiello e Marciani è un’ottima iniziativa che potrà avere grande utilità come strumento per orientare l’azione di regolamentazione regionale, il faro però deve essere la concretezza e il sostegno ai giovani professionisti che con sempre maggiore difficoltá non riescono a sostenere o ad avviare la propria attività, sopratutto a causa di costi fissi insostenibili a fronte del calo di solvibilità e puntualità dei pagamenti.
In tal senso certamente va la decisione su equo compenso, ma proporrò una riforma che semplifichi l’ottenimento delle autorizzazioni per lo svolgimento della professione per i giovani medici specializzati e per gli odontoiatri che volessero esercitare anche in forma associata, in coerenza con quanto previsto dal regime fiscale forfaittario che consente loro di costituire associazioni professionali, consentendo finalmente la condividisione di servizi comuni, quali sala d’attesa e reception, che consentirà un risparmio di costi di cui beneficeranno in definitiva i pazienti.

Condividi su
  • 17
  •  
  •  
  •  
  •