Home Senza categoria Colpo grosso della Guardia di Finanza: maxi sequestro soldi falsi nel casertano.

Colpo grosso della Guardia di Finanza: maxi sequestro soldi falsi nel casertano.

90
0

4402newsI militari della Guardia di Finanza di Marcianise (Caserta) hanno sequestrato banconote, tutte del taglio da 50 euro e del valore complessivo di oltre 17 milioni di euro. Il danaro, di ottima fattura, ingannevole e pronto per essere illecitamente immesso sul mercato,  è stato rinvenuto in un furgone. Artefice del reato un incensurato campano, arrestato con l’accusa di falsificazione di moneta, spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate. Tutto ha avuto luogo stamattina, quando i movimenti sospetti dell’ uomo, che si aggirava in un’ area riservata di un  noto centro commerciale di Marcianise alla guida del suddetto furgone, hanno attirato l’ attenzione dei finanzieri, sul posto per gli ordinari controlli economici. Quest’ ultimi hanno constatato che trasferiva in modo convulso sul proprio automezzo numerosi contenitori da un veicolo di una società di spedizioni operante sul territorio nazionale. Tali inconsuete circostanze hanno fatto scattare gli accertamenti dei militari. Durante l’ispezione del furgone, i finanzieri, increduli, hanno scoperto l’enorme quantitativo di banconote, contenute in ben 15 colli occultati ad arte da un carico di copertura costituito da materiale di cancelleria. Le monete sequestrate riproducono in modo eccellente le originali e sono assolutamente atte a trarre in inganno i consumatori per la buona imitazione della filigrana, del filo di sicurezza e degli ologrammi ed, inoltre, erano pronte per essere illecitamente immesse sul mercato. Le indagini sono, ora, in corso al fine di risalire ai canali attraverso i quali i biglietti illegalmente prodotti sarebbero stati immessi in circolazione.

 

Articolo precedenteCasoria. 7° anniversario per l’associazione culturale “Frammenti d’arte”
Articolo successivoAfragola. De Magistris alla Festa dell’Unità dei Giovani Democratici.
Giovane redattrice e membro della Croce Rossa Italiana. Appassionata di lettura, teatro e jazz, nel corso dei miei studi universitari alla Facoltà di Giurisprudenza ho, altresì, maturato uno specifico interesse per il tema dei diritti umani. Scrivo con lo sguardo rivolto, sempre, allo scenario internazionale. Legata alla figura autorevole di Oriana Fallaci, sprone ed esempio di coraggio, ho abbracciato un suo pensiero: “Se sono brava non lo so, lavoro duro, lavoro bene. Ho dignità. Ho una vita per dimostrarlo”.