napoli-benfica-696x366L’urlo del San Paolo è stato da brividi, dopo la musichetta della Champions. Uno stadio pieno (non il tutto esaurito sperato) a dispetto dei prezzi alti ai botteghini. L’amore per la maglia azzurra da parte dei tifosi, non conosce ostacoli, nemmeno economici. La squadra ha ripagato alla grande le migliaia di tifosi sugli spalti e quelli a casa davanti alla TV. Un Napoli spettacolare che ha asfaltato una delle grandi europee. Il Benfica arrivato a Napoli con qualche defezione, era pur sempre una blasonata squadra, abituata a questi palcoscenici. Prima di mollare psicologicamente, i partenopei si sono portati sul 4-0 con il goal iniziale di Hamsik, sempre più leader, la doppietta di Maertens e il goal su rigore di Milik. Alla fine i due goal dei Lusitani, che hanno fatto arrabbiare mister Sarri, hanno fissato il risultato sul 4-2 finale. 20 goal in 8 partite giocate fin qui, un rullo compressore, che ha visto segnare, tutto l’attacco. Il ricordo di Higuain appare sempre più offuscato, perché aldilà degli uomini, questo Napoli ha un gioco, un’identità che riesce a restare tale con i vari interpreti, chiunque essi siano. La classifica del Napoli è quanto di meglio si poteva immaginare dopo due giornate. A punteggio pieno e con 4 punti di vantaggio sulla seconda e 5 sulle terze. Con il vento in poppa, sia in campionato che in Champions, si prevede una stagione piena di soddisfazioni per questa squadra che non ha ancora fatto vedere tutto il potenziale a disposizione, come gli ultimi acquisti, che hanno reso la rosa più completa. E allora non ci resta che aspettare la prossima gara. The show must go on.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •