Manca poco ormai all’inizio dell’incontro di Champions tra Nizza e Napoli. Per i partenopei, in vantaggio di due reti realizzate al San Paolo, il primo e fondamentale crocevia della stagione. Una squadra come il Napoli non può fallire questo appuntamento, tutta la città aspetta di poter risentire la musichetta che accompagna l’inizio di ogni partita e che a Napoli è diventata una sorta di inno cantato da tutto lo stadio. Rispetto all’andata, Il Nizza ha Snejder e Balotelli in più ma onestamente è impensabile che possano impensierire un Napoli che si è dimostrato già in forma nelle prime due uscite ufficiali. Stasera il Napoli ritorna all’undici titolare, dopo il turnover di Sabato a Verona. In campo Allan, Mertens e Albiol che avevano riposato. Dopo la qualificazione, ormai quasi certa, ci sarà il sorteggio di Venerdì e poi gli ultimi giorni di mercato che chissà potrebbero riservare qualche sorpresa, oltre che utili a snellire una rosa forse un po troppo folta. Negato dall’Uefa il permesso ad esprimere il cordoglio verso le vittime del terremoto che ha colpito l’isola di Ischia, indossando il lutto al braccio. Tuttavia sul sito della società partenopea, è arrivato il messaggio di solidarietà del presidente : “Sono particolarmente sensibile a tutto ciò che riguarda Ischia. Isola che amo particolarmente sia per la sua unica bellezza sia per la straordinaria intelligenza ed ospitalità degli ischitani. Esprimo il mio dolore per le vittime e per i feriti causati dal sisma e sono vicino ai parenti delle vittime colpite dal terremoto” 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •