torneo azzurro_d'alise_CasoriaSi è svolto lo scorso 28 maggio a Roma il Torneo Internazionale di Taekwondo KIM & LIU’ 2016, una bellissima competizione che ha visto partecipare circa 1200 atleti provenienti da tutta Italia ed Europa. Una gara dedicata ai bambini dai 6 agli 11 anni, giunta ormai alla sua undicesima edizione.
Il Centro Azzurro di Casoria e Afragola, diretto dall’olimpionico Maestro Domenico D’Alise, ha conquistato un bellissimo risultato: 2 medaglie d’Oro (Rosano Marco e Barra Francesco), 1 medaglia d’Argento (Franzese  Stefano), 1 medaglia di Bronzo (Mosca Gianluca). I complimenti vanno anche agli allievi Di Fruscia Sara, Caiazzo Antonio, Orefice Marco, Tuccillo Diego Domenico e Capone Cristian che hanno gareggiato in questa difficile competizione con grande impegno, determinazione e la passione che li accompagna da sempre in questa disciplina.
Inoltre, il Maestro D’Alise ha organizzato per il prossimo 4 giugno un torneo a cui parteciperanno per quest’anno 156 atleti esclusivamente del Centro Azzurro Casoria e Centro Azzurro Afragola: il Torneo Azzurro. Un’importante occasione per dare l’opportunità a tutti questi giovani atleti di prendere parte ad un’emozionante competizione di Taekwondo; inoltre, è anche un importante momento che permette alle famiglie degli allievi di osservare i loro progressi, professionali e personali, come maggiore sicurezza caratteriale, grinta agonistica, impegno, passione e determinazione. Tutti valori che il Maestro D’Alise pone come obiettivi principali da tenere sempre a fuoco. Il Torneo Azzurro è giunto alla VI edizione, e per l’occasione il Maestro D’Alise festeggerà insieme a tutti i presenti i suoi 20 anni di attività da Maestro (1996/2016), ricordando che il Centro Azzurro ha conquistato ben 49 titoli interregionali in Campania e in altre regioni e 11 titoli nazionali in diverse categorie (cadetti/yuniores e seniores). L’evento avrà luogo presso il centro sportivo C. U.S . Napoli, una struttura idonea ed ospitale, a differenza del Palacasoria che versa, ormai, in pessime condizioni costringendo, dunque, a rivolgersi ad altre strutture per organizzare eventi di questo tipo, come fa lo stesso D’Alise da ormai sei anni.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •