Home Cultura Casoriani eccellenti: IL 13° “Caffè Artistico Letterario” ricorda il percorso culturale di...

Casoriani eccellenti: IL 13° “Caffè Artistico Letterario” ricorda il percorso culturale di Rosa Orefice

133
0

C__Data_Users_DefApps_AppData_INTERNETEXPLORER_Temp_Saved Images_13582139_10153792014628131_4955718305426114201_oIl caffè Artistico Letterario” di Enzo Marino, per il prossimo appuntamento fissato per giovedì 14 Luglio alle 18.30, sceglie di soffermarsi sulla memoria storica di una casoriana che si è distinta in ambito culturale:la Prof. Rosa Orefice. Pertanto, i tasselli della sua vita artistica e culturale, vengono estrapolati dagli scritti, come le poesie della raccolta “Il giorno della farfalla” e trasferite al pubblico, così da sollecitarne direttamente la risposta sensoriale ed emozionale. Rosa Orefice fu l’esponente di spicco di una cultura globale. Nata a Casoria ne l 1947,  possedeva una personalità poliedrica: poetessa e pittrice, fu anche giornalista pubblicista e tenne a battesimo le riviste letterarie “Leggere” e “Distretto 29”, pubblicandovi articoli interessati al sociale e alla rivalutazione delle tradizioni del territorio. Insegnante presso la scuola elementare “Vittorio Emanuele”,  si attivò per la parità dei diritti degli studenti disabili della provincia di Napoli. Fu vincitrice di diversi concorsi letterari: a Casoria, si aggiudicò il 2° premio di narrativa “Arturo Lepori” nel 1964 e  l’anno dopo, vinse il premio “Città di Casoria”. Nel 1974 ricevette il “Premio Regione Lombardia” per la poesia e nel 1978, il 2° Premio Nazionale di poesia a Pia. La raccolta di poesie “Il Giorno della Farfalla” fu pubblicata nel 1980. Alcuni brani di queste, scelti per i presenti in sala, saranno per l’occasione declamati da Eliana Maglione e presentati da Anna Luisa R.Marino. Diverse le performance culturali preparate per l’evento: l’interpretazione di “Il mio Eduardo” ad opera di Antonio Fiorillo, l’esibizione musicale degli “Acoustic Project” che eseguiranno “Una voce, una chitarra e…fantasia”,  la presentazione  della mostra fotografica di Luisa Forinese, gli spunti grafico-satirici di Carmine Mondola. Il “Caffè Artistico Letterario” ospitato nella sala donn’Adelina della Caffetteria Sgambati, continua ad essere un luogo di raduno ed altresì di scambio culturale tra i cittadini di Casoria e non, un evento conoscitivo e divulgativo della ricca essenza del tessuto artistico e culturale locale e dei paesi limitrofi. Esso può essere visto come un’occasione, un’opportunità di crescita culturale con la sua attenzione a fenomeni recenti,  di rivalutazione storica con il suo sguardo sul passato; comunque in entrambi i casi come la ferma volontà di fare cultura, di mantenere attivo un dialogo sulla cultura. “Il Caffè artistico letterario” nasce dall’attivismo culturale di Enzo Marino e delle varie personalità che vi partecipano e coinvolge i cittadini, stimolando l’interesse e la curiosità culturale. Se il livello di qualità di vita di una città si innalza parimenti alla sua crescita culturale, almeno in termini di consapevolezza dei cittadini di Casoria, del valore degli uomini di cultura e delle loro esperienze in tale ambito, la città percorre una via maestra.

 

Articolo precedenteCasoria all’insegna della carità. Il 10 luglio si festeggerà San Camillo de Lellis
Articolo successivoL’importanza educativa dei Campi Estivi!
Rita Amato si diploma in decorazione all'Accademia di Belle Arti di Napoli, nell'Ottobre del 2001. Dall'epoca ad oggi, si occupa di decorazione di oggetti d'arte da lei ideati, lavorando per privati e presso alcune aziende artigianali Da due anni, è docente di Arte e Immagine presso una scuola media di Villaricca. La passione per l'arte riunisce l'approfondimento dei suoi vari settori: studia canto jazz e entra in un coro di una scuola di Portici, scrive presso una rivista on line, e partecipa a concorsi di narrativa e poesia.