Home Comunicati dalle Aziende Casoria. Venerdì 21 ottobre (In) Formati sul Referendum Costituzionale.

Casoria. Venerdì 21 ottobre (In) Formati sul Referendum Costituzionale.

65
0

mppu-invito-convegnireferendumcostituzionale2016“Approvate il testo della legge costituzionale concernente disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?”. Sarà questo il quesito referendario che leggeremo il prossimo 4 dicembre 2016 e a cui potremo dare risposta affermativa o negativa.
SI o NO? è questo il vero interrogativo di cittadini e politici nelle ultime settimane. Tante le idee, i dubbi, gli altrettanti quesiti e le possibili obiezioni che sorgono in merito al referendum costituzionale varato dal Governo Renzi, ma c’è bisogno di fare luce e chiarezza o prima ancora “informarsi” sui vari punti della riforma della Costituzione.
Un’occasione importante sul nostro territorio si presenta venerdì 21 ottobre presso la parrocchia S. Antonio Abate in via Duca D’Aosta alle ore 18.30 con “(In)formati sul Referendum Costituzionale”. Nato dall’esigenza di un gruppo di giovani della Scuola di partecipazione Casoria-Casavatore del Movimento Politico per l’Unità di informarsi e formarsi sulla riforma costituzionale proposta dal governo, l’incontro di venerdì sarà un momento di approfondimento, di dialogo e confronto aperto a tutto il territorio, a quanti desiderano essere preparati sulla riforma per poter formulare una propria idea e rispondere autonomamente al quesito referendario. Il confronto sarà supportato da quesiti e input lanciati dai giovani organizzatori a due figure rappresentative i favorevoli e gli oppositori del referendum: l’avv. Pietro Marzano, del Comitato per il Sì – Fondazione Mezzogiorno Europa, e la dott.ssa Pina Tommasielli del Comitato per il No, già assessore al Comune di Napoli, animatrice di un’associazione di quartiere a Soccavo impegnata per la legalità e la promozione sociale.
«La nostra esperienza nasce con l’avvento della scuola di formazione politica durata 2 anni. È stato un percorso durante il quale noi giovani dei comuni coinvolti (Casoria-Casavatore), ma anche limitrofi, abbiamo sperimentato una nuova cultura dell’agire politico partendo da noi stessi: essere cittadini attivi. – racconta Massimo Oliviero, uno dei ragazzi coinvolti nella Scuola di partecipazione del Movimento Politico per l’Unità – Per questo, in occasione del referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre, ci siamo chiesti: Come possiamo essere utili al territorio? Proponiamo un convegno che può informare i cittadini e che può dare loro la possibilità di farsi trovare pronti e preparati al referendum costituzionale.»

Articolo precedenteCircumvallazione Esterna, partiti i lavori di manutenzione straordinaria
Articolo successivoIl Napoli da harakiri col Besiktas, fa la partita ma perde 2-3. E’ crisi azzurra?
Redazione Il Giornale di Casoria - Il portale di informazione dell'area a Nord di Napoli