“Ieri si è tenuta la seduta del Consiglio Comunale nel corso della quale abbiamo deliberato il dissesto finanziario” – ha affermato il sindaco Raffaele Bene nel suo consueto appuntamento social con i cittadini. ” Da oggi è possibile programmare il futuro della nostra città per garantire, nel tempo, servizi che dovranno man mano migliorare”  La relativa delibera è stata approvata dalla sola maggioranza, nella seduta consiliare di ieri, mentre l’opposizione ha abbandonato l’aula, in quanto non fiduciosa dei dati forniti sulle cause del dissesto.
Per quanto riguarda il PUC è stato deciso che entro il 30 settembre dovrà essere adottato in giunta e definitivamente approvato entro la fine dell’anno.
Approvato, invece, il regolamento della commissione sismica.
Nel suo intervento, la vicepresidente del consiglio Angela Russo ha asserito che si parla di debiti fuori bilancio di circa 10 milioni e per questo la dichiarazione del dissesto è una resa di fronte all’evidenza degli sprechi e degli sperperi clientelari.
” Il comune di Casoria è stato a più riprese oggetto di indagine ispettiva del MEF che ha riscontrato anomalie e violazioni di legge. Malgrado ciò si è continuato imperterriti ad attuare assunzioni con procedure di assai dubbia regolarità” – ha concluso Angela Russo.
Da rimarcare l’assenza in aula di tre consiglieri di maggioranza:   Luisa Marro, Salvatore Iavarone e Vincenzo Ramaglia.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •