Casoria la terra dei tumori: un concetto detto e ribadito più volte dalla nostra redazione, ma che adesso è stato tristemente confermato da uno studio condotto da medici del territorio (Epica).

Secondo le indagini, è risultato la “nostra terra”, tra tutte quelle dell’area nord di Napoli, è la maggiormente colpita da neoplasie anche maligne e non curabili, soprattutto al colon.

Dell’argomento ne ha parlato l’ex direttore del distretto sanitario di Casoria Ferdinando Russo, il quale, come riportato da “Il Mattino” durante una conferenza presso la commissione “Igiene e Sanità” al Senato ha così affermato:”Abbiamo verificato che si tratta di dati, quelli per malattia tumorale a Casoria, sovrapponibili come percentuali a quelli nazionali con una differenza di risultato: la tempestività dell’analisi epidemiologica – e ha anche aggiunto – Negli anni 80 i tumori del colon e del retto nell’area metropolitana di Napoli avevano una bassissima incidenza mentre negli ultimi tempi questa è notevolmente cresciuta: abbiamo riscontrato, per alcuni tumori, un nesso di casualità tra il particolare tipo di inquinamento del territorio con la neoplasia sviluppata», ha aggiunto Russo. Ad Arpino, megaquartiere periferico cittadino, unito senza soluzione di continuità con Napoli, ad esempio c’è un’incidenza maggiore delle malattie urinarie e questo, secondo gli esperti, è riconducibile all’inquinamento delle falde acquifere in un territorio dove negli anni a cavallo tra il 2007 e 2008 sarebbero state fatte varie scoperte di rifiuti nocivi e inquinanti nel sottosuolo. Lo studio, portato avanti dai medici di famiglia ma anche dai pediatri di libera scelta e dagli specialisti del territorio avrebbe avuto la capacità di migliorare le condizioni di diagnosi e di ricerca per diminuire l’incidenza e, quindi, la mortalità per tumore. Quello del cancro, infatti, è un problema sociale che non viene trascurato nei comuni della terra dei fuochi e a Casoria in particolare dove stamani parte la campagna di prevenzione dell’Asl Napoli 2 Nord per la prevenzione delle neoplasie della mammella, del collo dell’utero e del colon retto”.

Intanto, da ieri e per tutto il week end, medici specializzati opereranno sul territorio per eseguire screening gratuiti per la prevenzione e contrasto dei tumori alla mammella al colon retto e collo dell’utero.

Allo scopo il sindaco di Casoria, Pasquale Puccio, attraverso i social così si è espresso sull’argomento:“Nella villa comunale di Arpino a via B. Croce, dopo il grande successo di ieri a Casoria, continua lo straordinario attivismo dell’Asl con i propri medici per offrire assistenza gratuita ai nostri concittadini. Una concertazione con l’Asl e la regione che deve continuare e crescere”

Condividi su
  • 154
  •  
  •  
  •  
  •