Home Casoria Casoria. Tentativo di furto alla sede della Arciconfraternita SS. Maria della Pietà...

Casoria. Tentativo di furto alla sede della Arciconfraternita SS. Maria della Pietà e del Buonconsiglio

239
0

Ieri sera era aperta con i suoi tesori in mostra per la festa del Santo patrono casoriano San Mauro. Il Cardinale Sepe indossava i sacri paramenti nella sede prima di celebrare la solenne messa in onore del santo, proprio nella congrega. Poi nella notte, come ci riferisce Raffaele Abriola membro del Governo della rinata antichissima Arciconfraternita la brutta notizia del tentato furto. Eccone la cronaca. Allertati da un confratello che abita vicino alla sede che con tutta probabilità proprio grazie al suo intervento ha messo in fuga i ladri, sono intervenuti i carabinieri della locale stazione. Il Priore Ing. Lucio Rossi, Raffaele Abriola con i confratelli Vincenzo Esposito, Vincenzo Ferrara e Mauro Grieco unitamente ai Carabinieri sono entrati nella Congrega dalla Chiesa di San Mauro e non dall’ingresso solito nel vicoletto a fianco della basilica, in quanto detto ingresso era impedito. Ad un primo fugace esame fatto da Abriola e gli altri membri del Governo, sembrerebbe che i malintenzionati delinquenti  non siano riusciti a prendere nulla.Messi in allerta dal pronto intervento della famiglia del confratello che abita a fianco alla congrega. Stamane partiranno i lavori di ripristino del cancello di ingresso divelto dai ladri. I carabinieri hanno assicurato la sorveglianza notturna della storica sede della congrega. Vi terremo informati degli sviluppi della situazione che ha destato allarme e sconforto nella cittadinanza casoriana e tra le migliaia di  fedeli che poche ore prima avevano partecipato alle funzioni in onore di San Mauro, apprezzando la rinascita dell’Arciconfraternita fortemente voluta dal Priore, Ing. Lucio Rossi, dal Preposito Don Mauro Zurro Assistente spirituale delle Arciconfraternite, e dalla Diocesi di Napoli. Ai ladri è andata male. Il celere intervento dei confratelli che tanto si stanno spendendo per la rinascita dell’antichissima Arconfraternita con l’assistenza dei carabinieri casoriani, hanno impedito e vanificato l’ennesimo oltraggio alla grande storia della nobile Terra di Casoria! Un plauso a tutti da parte del nostro giornale!

Articolo precedentePmi, Confapi jr: su Facebook in libera vendita prodotti contraffatti
Articolo successivoDolores O’ Riordan, leader del gruppo “The Cramberries” è morta ieri a Londra; le cause restano ignote
Giurista di professione, giornalista per passione. Iscritto all'Albo dei giornalisti della Campania, elenco pubblicisti dal 1982. Pratica con Il Mattino di Napoli. Direttore del settimanale Casoriadue per ben otto anni. Fondatore, insieme all'Editore Carlo De Vita del Giornale di Casoria nel 2010. Appassionato e cultore di storia locale. Ama la lettura."Chi è analfabeta, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria; chi legge avrà vissuto 5000 anni: c'era quando Abele uccise Caino, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l'infinito… perché la lettura è un'immortalità all'indietro". Umberto Eco.