Home Comunicati Stampa Casoria, il sindaco Fuccio: “Entro Dicembre restituiremo alla città il parco di...

Casoria, il sindaco Fuccio: “Entro Dicembre restituiremo alla città il parco di via Michelangelo con 30mila metri quadrati di verde”

177
0

I primi passi verso l’apertura del parco urbano di via Michelangelo, nell’ex area Aeronautica da tempo dismessa, sono già stati mossi in occasione del programma Urbact III, che si è chiuso ieri con la visita delle 8 delegazioni straniere provenienti dai maggiori paesi europei alla casa di  Padre Ludovico. Gli alunni delle scuole “Mitilini” e “Palizzi” hanno infatti partecipato martedì scorso, insieme ai rappresentanti delle associazioni del territorio, al primo grande esperimento di social gardening realizzato sul territorio di Casoria, con la piantumazione di alberi all’interno del parco urbano.

“Entro dicembre m’impegno a restituire alla città i 30mila metri quadrati di verde dell’area militare dismessa di via Michelangelo”, afferma il sindaco Pasquale Fuccio. “Questa città ha bisogno di spazi a cemento zero e quell’area ha le caratteristiche giuste per diventare un polmone verde e allo stesso tempo un’opportunità di svago per la cittadinanza. La attrezzeremo nel miglior modo possibile per renderla fruibile e a misura di bambino”, spiega il primo cittadino.

Ma a piantare alberi non sono stati soltanto i ragazzi delle scuole casoriane, ognuna delle 8 città appartenenti al programma europeo di cooperazione in materia di rigenerazione urbana (Anversa, Baia Mare, Barcellona, Brno, Dusseldorf, Oslo, Solin e Vienna), in visita a Casoria da lunedì scorso, ha scelto un albero da installare nel parco di via Michelangelo.

“E’ il più grande parco dell’area a nord di Napoli – prosegue il sindaco Fuccio –, diventerà una risorsa ed un punto d’attrazione anche per i comuni dell’hinterland e Casoria riscoprirà finalmente quel ruolo di protagonista per troppo tempo negato dalla gestione approssimativa di governanti distratti e poco attenti ai reali bisogni della città”.

A partecipare ai lavori del social gardening in via Michelangelo anche il noto paesaggista Miguel Georgieff del gruppo “Coloco” e Danilo Capasso, esperto di trasformazioni urbane.

“Finalmente la mia generazione vedrà avverato un sogno durato 30 anni, un parco in una città di quasi 80000 abitanti”, commenta l’assessore all’Ambiente Pietro D’Anna. “Contiamo di offrire alla città in tempi rapidi anche quello di via Boccaccio. Un passo verso la normalità”, conclude D’Anna.

Articolo precedenteCasoria. Il Comitato Centro Storico risponde all’ Assessore Esposito
Articolo successivo“I cittadini segnalano”: via Manzoni, una discarica a cielo aperto
Redazione Il Giornale di Casoria - Il portale di informazione dell'area a Nord di Napoli