Home Casoria Casoria, settimana di Adorazione eucaristica presso la Chiesa delle Sacramentine

Casoria, settimana di Adorazione eucaristica presso la Chiesa delle Sacramentine

205
0

ADORAZIONE(Silvana Musy) Il 22 giugno 2014 presso la chiesa delle Sacramentine si è conclusa la Settimana Eucaristica con la Messa solenne celebrata dall’Arcivescovo Vincenzo Pelvi. Infatti ogni anno le suore Vittime Espiatrici di Gesù Sacramentato di Casoria organizzano l’Ottavario con l’esposizione del SS. Sacramento, la preghiera del Vespro e la celebrazione eucaristica della sera. Questa solennità è stata fortemente voluta dalla loro fondatrice, la Beata Maria Cristina Brando.
L’adorazione eucaristica è una forma di preghiera della Chiesa cattolica durante la quale il pane consacrato nell’eucarestia viene esposto ai fedeli, solitamente mediante l’uso dell’ostensorio ed adorato. La pratica dell’adorazione eucaristica prende le mosse dal fatto che nei monasteri e nei conventi la benedizione eucaristicacon l’eucaristia, era una parte importante della vita della clausura.
Tale settimana è iniziata domenica 16 giugno, in coincidenza della Solennità della SS.Trinità  e  si è conclusa con la Solennità del Corpus Domini, domenica 22 giugno 2014.
Le Adoratrici e gli Adoratori di Casoria in questa settimana si sono alternati durante la giornata a sostare davanti al tabernacolo per adorare e ringraziare Gesù per averci donato Se Stesso. Ogni pomeriggio, poi, ci sono stati degli incontri cui hanno partecipato le 60 suore che compongono la Casa Madre di Casoria, altre religiose provenienti dalle comunità della Campania e del Lazio e vari gruppi di fedeli che sono associati alla spiritualità della Brando e che operano in sinergia con le Suore in varie località dell’Italia. La settimana eucaristica si è strutturata sulle 60 ore di preghiera di adorazione e di catechesi sul Sacramento dell’Eucaristia, che è il carisma portante dell’Istituto fondato da Maria Cristina Brando. La Beata, infatti, ispirata da Dio, diede vita alle Vittime Espiatrici di Gesù Sacramentato, una famiglia religiosa femminile al cui centro c’è l’adorazione a Gesù Sacramentato in spirito di riparazione.
Questa settimana, quindi, è stato, per religiosi e laici, un immergersi più profondamente nel mistero eucaristico come adorazione e soprattutto come partecipazione al sacrificio di Cristo, in riparazione dei peccati del mondo. A fare da cornice all’altare con Gesù Sacramentato ci sono state delle bambine vestite da angioletto e alcuni maschietti da guardie svizzere. A guidare le riflessioni, tenere le catechesi ed a celebrare la Santa Messa è stato il Decano, padre Massimo Vellutino che ha deliziato con le sue omelie ed in modo semplice ma incisivo ha avvicinato ancora di più i fedeli al Sacramento di amore, adorazione e riparazione.
Questa esperienza è risultata unica, emozionante ed indimenticabile, per questo motivo rivolgiamo un invito ai nostri lettori, affinché si uniscano per continuare insieme questa meravigliosa esperienza. Tutte le mattine dalle 10,00 alle 11,00 circa, vi invitiamo a tenere compagnia a Gesù come lampade vive davanti al tabernacolo.

Articolo precedenteIl comico nel cinema, sorriso e riflessione
Articolo successivoDelusione Italia. Prandelli: “Falli da rosso non li ho visti”.
Redazione Il Giornale di Casoria - Il portale di informazione dell'area a Nord di Napoli