Non c’è due senza tre: dopo la nota al prefetto e l’interrogazione parlamentare, ora c’è anche un ricorso al Tar contro l’amministrazione Bene.

Angela Russo, vicepresidente del consiglio, aveva infatti chiesto l’intervento del prefetto di Napoli per le irregolarità nella conduzione dei lavori del Consiglio comunale. Successivamente il Movimento Cinque Stelle ha chiesto un’interrogazione urgente per presunte irregolarità nella seduta consiliare del 27 gennaio scorso – data in cui sono intervenuti anche i Carabinieri. Infine, undici consiglieri comunali ovvero Angela Russo, Stella Cassettino, Alessandro Graziuso, Luisa Marro, Vincenzo Ramaglia, Nicola Rullo, Elena Vignati, Mauro Baratto, Gaetano Palumbo, Pasquale Fuccio e Orsino Esposito hanno firmato il ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale in merito alla seduta del 30 dicembre 2020.

“Siamo arrivati a questa decisione per i continui soprusi della maggioranza, per ottenere la nullità di continui atti decisi senza rispetto della legge e dei regolamenti attualmente in vigore. Confidiamo nelle autorità che abbiamo interpellato affinché venga ripristinata la legalità e affinché vengano tutelati gli interessi della cittadinanza” – ha dichiarato Angela Russo.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •