Home Emergenza COVID-19 Casoria: normativa non rispettata, operazione controlli serrati

Casoria: normativa non rispettata, operazione controlli serrati

226
0

Nel consueto video messaggio che il primo cittadino di Casoria Raffaele Bene posta per fare il punto sull’emergenza Covid 19, questa volta rimprovera i cittadini che, nonostante la criticità del momento, continuano a prendere appuntamenti presso il proprio domicilio con estetiste, barbieri e parrucchieri o addirittura organizzano cene con amici.
Il sindaco definisce tali individui con l’appellativo di ‘cretini’ (scusandosi per il termine) in quanto mettono in pericolo l’incolumità di se stessi e degli altri.
Considerato, quindi, che la normativa di restare a casa ed evitare inutili spostamenti non viene rispettata da tutta la città, Bene ha preso ulteriori provvedimenti:

“Cari concittadini, evidentemente tutti i nostri sforzi non sono stati sufficienti a far comprendere a tutti che stare a casa e rispettare le regole è l’unico modo per uscire al più presto dall’emergenza.
Casoria, insieme ad Afragola, risulta essere uno dei comuni più colpiti da questa fase di picco già prevista in Campania. Ragion per cui, insieme al collega sindaco Grillo, ho avviato un’azione congiunta per l’ampliamento dell’intervento delle Forze dell’ordine sul territorio al fine di arginare il fenomeno e ristabilire l’ordine.
Abbiamo mappato e analizzato i comportamenti errati che hanno favorito l’espandersi dei contagi e avvieremo un’azione di controllo a tolleranza zero per quei pochi cretini che ancora non hanno capito la gravità della situazione.
Ringrazio il Sindaco Grillo e le forze dell’ordine ed invito tutte le componenti politiche a non rincorrere polemiche inutili ma a collaborare, aldilà del colore politico, perché in questa fase non esiste centrodestra o centrosinistra, maggioranza o opposizione ma esiste solo la politica del buon senso che deve guidare il Paese alla salvezza” – ha reso noto il sindaco.