Casoria sarà sicuramente una città di sole, la città dei santi come dicono tanti cittadini. Santi che nessuno conosce perché non c’è nemmeno un turista che visita i nostri santuari.

A Casoria non c’è il mare, però abbiamo le autostrade e la ferrovia che ci portano in qualsiasi destinazione balneare.

Casoria è divisa a metà: Casoria – Arpino. Sembrano due città differenti, ma abbiamo lo stesso comune, stesso sindaco e stessi assessori. Sembrano due realtà diverse eppure abbiamo cose in comune: l’inciviltà, il disordine sociale, la disoccupazione, la delinquenza e la strafottenza.

Nella zona Cantariello c’è il campo ROM circondato da una discarica della monnezza che tutti vedono, perché quella strada conduce all’Ikea, Leroy Merlin, Ipercoop, per chi non lo sapesse, conduce anche alla stazione TAV di Afragola e dista a tre chilometri dall’Aeroporto di Capodichino.

Pensate quanta gente ci passa per quella zona dove nelle curve ci troviamo migliaia di sacchi di monnezza che gli incivili lanciano dai finestrini delle proprio auto.

Questi sono i napoletani che si offendono quando qualcuno dal nord li chiama zozzoni. Purtroppo la maggior parte dei cittadini sono davvero incivili.

Visitate Casoria, troverete in molti angoli della città centinaia di sacchi della Monnezza. .. Rallegriamoci un po’, perché questa inciviltà non esiste solo a Casoria, in tante province di della Campania esiste lo stesso problema.

Qualcuno si domanderà: Ma c’è l’emergenza rifiuti? No! C’è mancanza di cultura sociale.

Ci fu il finimondo quando a Pordenone scrisserò: “ Lasciate pulito, non siamo a Napoli”.

Onestamente vado sempre in giro a fotografare e filmare enorme montagne di monnezza, ci sono migliaia di prove che danno ragione a chi ci offende. Vedo su tutte le strade escrementi dei cani non raccolti, se il cane avesse la possibilità di parlare, sicuramente insegnerebbe al suo padrone un po’ di civiltà.

A Casoria è sicuramente divisa a metà, c’è sicuramente tanto sole e ci sono i Santi, ma manca purtroppo la materia principale. la cultura sociale, quella che non divide solo il nostro domune, ma quasi tutta la Campania.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •