Home Cronaca & Attualità Casoria. L’incendio della pescheria è doloso. Il consigliere Pugliese scrive al Prefetto.

Casoria. L’incendio della pescheria è doloso. Il consigliere Pugliese scrive al Prefetto.

77
0

Gentilissimo S.E. Prefetto di Napoli,
Le scrivo per metterla a conoscenza che da tempo la città di Casoria è violentata da una serie di episodi criminali che destano una fortissima preoccupazione nelle istituzioni e nell’opinione pubblica.
E’ da troppo tempo ormai che si registrano furti (in luoghi pubblici e privati), rapine, truffe, danneggiamenti ai veicoli ed azioni intimidatorie nei confronti degli esercenti.
Negli ultimi due mesi più volte sono stati rilevati, accanto alle quotidiane e numerose azioni di matrice criminale, diversi episodi di intimidazione che hanno confermato il fortissimo rischio di radicamento delle organizzazioni della camorra nel tessuto economico e sociale del territorio.
Ordigni o bombe carta sono state fatte esplodere contro due esercizi di onoranze funebri e proprio nella notte dello scorso 15 luglio contro una pescheria sita nella zona centrale di Casoria.
Confermando la piena fiducia nell’opera quotidiana di repressione portata avanti dalle forze dell’ordine e dalla Magistratura, che in questa città ha già dato risultati importanti, intendo ribadire l’impellente necessità che ciascuno sia chiamato con uguale determinazione a fare la sua parte, nella convinzione che la lotta alla criminalità richiede la partecipazione attiva di tutti gli attori istituzionali e sociali per espellere tali rischi dal corpo sano della nostra città.

Per questa ragione, ho invitato più volte il Signor Sindaco della città di Casoria a fare la sua parte, prima programmando prioritariamente risorse tese alla videosorveglianza e istituendo protocolli d’intesa, poi recandosi presso di Lei, S.E. Prefetto di Napoli, per valutare l’opportunità di convocare un apposito Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica al fine di esaminare congiuntamente la situazione della città di Casoria e dell’area Napoli-nord confinante ad essa, con l’evidente obiettivo di potenziare le politiche di contrasto alla criminalità ed evitare il rischio di un’escalation criminale che metta in serio pericolo la sicurezza e la libertà di cittadini ed imprese.
Confidando in Lei S.E. Prefetto di Napoli per quanto farà per la nostra città, colgo l’occasione per porgerLe i più distinti saluti.

 

Articolo precedenteFesta della Madonna del Carmine. L’incendio del campanile tra la delusione dei fedeli.
Articolo successivoSant’Antimo: concorso di bellezza per cani di razza e meticci
Redazione Il Giornale di Casoria - Il portale di informazione dell'area a Nord di Napoli