Nonostante le operazioni di diserbo volte al decoro e alla pulizia della città, sono frequenti, se non addirittura quotidiani, i gesti di inciviltà.
Ieri mattina è stato rubato un cestino gettarifiuti in Via Salvatore di Giacomo, dopo poco più di un mese dall’installazione. Il fatto è stato giustamente evidenziato dalla pagina social di Casoriambiente, e pone per l’ennesima volta all’attenzione delle autorità preposte il tema della sorveglianza in città  rispetto alle azioni di vandali e malintenzionati che distruggono o rubano attrezzature sociali utili per il viver civile ed ordinato di una comunità. A parte il proliferare di reati predatori: scippi e rapine che come sempre, è il caso di scriverlo, sono ripresi, dopo il lockdown come se niente fosse!
Bisognerebbe partire dal nostro territorio e a tal fine, è necessaria una cooperazione reale e partecipativa tra tutti gli attori in gioco, dai singoli cittadini all’intera collettività. Peculiare è l’azione congiunta e la sinergia tra le istituzioni e la comunità per una convivenza civile e sociale di tutta la popolazione all’insegna del rispetto reciproco e dell’ambiente e di una collaborazione attiva. La questione è fondamentalmente educativa.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •