L’emergenza COVID-19 ha riportato nel nostro Paese gravi conseguenze sia da un punto di vista sanitario che da quello economico.

Il governo centrale, e poi quelli locali di conseguenza, hanno varato delle iniziative che possono essere definite “tampone”. Non è ciò che i commercianti si aspettano dopo un periodo doppiamente drammatico, caratterizzato dai mancati incassi per le chiusure obbligatorie degli esercizi commerciali, e per le numerose spese fosse da sostenere. C’è il rischio che il paese possa alzare bandiera bianca e sprofondare sempre più.

Sarà necessario ripartire, accendere il motore dell’economia, e per farlo non è assolutamente giusto che si parta già con delle zavorre! LE SOLE SOSPENSIONI DELLE IMPOSTE COMUNALI NON BASTANO, CI VUOLE BEN ALTRO.

Servono gli sforzi di tutti. Anche a Casoria pertanto proponiamo la decurtazione (di almeno il 33%) di tutte le imposte comunali previste per l’anno 2020, affiancata dalla totale sospensione delle stesse a data da destinarsi. Sarebbe una boccata d’ossigeno per tantissimi commercianti, e darebbe a livello locale un segnale inequivocabile.

Altresì, per tutelare coi fatti questa generazione, bisogna prevedere un “Bonus under 35” a tutela dei giovani titolari di partite IVA con una indennità mensile (cumulativa a quelle extra-locali) per minimo sei mesi.

LA NOSTRA PROPOSTA E’ STATA GIA’ UFFICIALMENTE INOLTRATA.

Tutelare con ogni sforzo la nostra generazione vuol dire difendere, credere ed investire nel futuro.

Questa è una partita troppo importante. Stiamo preparando in queste ore ulteriori proposte ed iniziative per tutte le categorie colpite da questa maledetta emergenza.

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •