Home Comunicati dalle Aziende Casoria. La Casa di Fiore, un mondo alla “ri”scoperta della creatività con...

Casoria. La Casa di Fiore, un mondo alla “ri”scoperta della creatività con nuovi progetti

117
0

12241684_479092038938784_6992931849890604899_nLa Casa di Fiore: un meraviglioso mondo da scoprire! È questo l’incipit che accompagna il Borgo Creativo sin dalla sua apertura, avvenuta l’aprile del 2014, ed è questo ancora oggi il percorso che guida quotidianamente ogni bambino nelle sue attività. Scoprire nuovi modi di giocare, di intrattenersi. Scoprire talenti ed attitudini forse sopiti o mai notati. Ed in questo, l’impegno quotidiano di chi opera in struttura, con sapiente passione per un mondo così vasto, quale quello dell’infanzia. Ed in questo viaggio meraviglioso, non si può non ammirare la riscoperta di situazioni forse per troppo tempo lasciate unicamente alla stregua della scuola, quali i piccoli laboratori creativi che possano portare ogni bambino alla conoscenza di metodi altri per mettere in gioco le proprie abilità. La pittura, la manipolazione, l’approccio divertente all’arte. Le tecniche figurative più importanti riprodotte a misura di bambino Ed ancora l’immedesimarsi in mestieri antichi tipici del passato, il gusto di costruire con materiali poveri il proprio giocattolino personale. E non tralasciamo l’approccio ludico alla scienza, gli esperimenti più accattivanti per spiegare ai bambini concetti utili e importanti! Tutto questo e molto altro forma l’offerta laboratoriale della Casa di Fiore, per creare un vero e proprio luogo privilegiato dove il bambino possa imparare a mettersi in gioco, e dove la fantasia e la creatività possano prendere forma. I laboratori creativi vengono progettati per offrire strumenti, mezzi e tecniche, lasciando ogni bambino libero di trovare la sua modalità di espressione, attraverso ciò che lui stesso realizza. La creatività diventa così per il bambino una porta d’uscita per le sue infinite emozioni, che saranno di più semplice decodificazione anche per noi adulti.

 

Articolo precedenteCaivano. liberati dopo più di dieci anni i “canali di scolo” di via Rosselli da cumuli di rifiuti ed erbacce
Articolo successivoLe antenne telefoniche sono ormai parte integrante del panorama tra Afragola e Casoria. Chi deve controllare?
38 anni. Educatrice professionale extrascolastica. Laureata in Scienze dell’ Educazione presso il Suor Orsola Benincasa di Napoli nel 2003. Affascinata dal mondo dell'infanzia, dai processi formativi e dalle psicotecnologie come nuovo e validissimo strumento di comunicazione, formazione, apprendimento e creatività. Attualmente mi occupo di consulenza e progettazione di attività educative per il Borgo creativo La Casa di Fiore.