Home Casoria Casoria, incroci senza regole ed emergenza viabilità

Casoria, incroci senza regole ed emergenza viabilità

108
0

traffico casoria (1)La popolosa cittadina di Casoria ha ormai l’improrogabile necessità di risolvere le sue problematiche riguardo la viabilità ed il parcheggio. Nelle ore di punta, la circolazione va in tilt e in alcuni incroci cittadini si rischiano anche incidenti. Ci sono strade dove non vi è alcuna regolamentazione e gli automobilisti si prendono il libero arbitrio di decidere come muoversi, da segnalare l’incrocio tra le vie G. Carducci e L. Rocco di Casoria. Intasamenti, blocchi della circolazione si vengono a creare ogni giorno, provenendo dalla libreria D’Anna che fa angolo all’incrocio, se si vuole raggiungere via J.Kennedy, si deve proseguire diritto su via L. Rocco. Ma gli ostacoli per raggiungere la destinazione sono diversi: all’incrocio, sulla destra arrivano gli automobilisti provenienti da via G. Carducci, sbucano veloci, non c’è concessione e rispetto alcuno delle precedenze. Inoltre diritto, quando ci si prova ad immettere sulla via L. Rocco, si trova un doppio senso di marcia e macchine parcheggiate in doppia fila. Fa da contorno al caos infernale della viabilità, i pedoni distratti che camminano quasi al centro della carreggiata, i motorini che s’infilano ovunque, e le buche stradali da evitare. A Casoria servono urgentemente regole precise, maggiori controlli e un maggiore senso civico di tutti.

Articolo precedenteLa festa della Coldiretti provinciale ad Afragola
Articolo successivoCantine aperte a San Martino, ritorna nel weekend l’appuntamento per gli appassionati del vino
Rita Amato si diploma in decorazione all'Accademia di Belle Arti di Napoli, nell'Ottobre del 2001. Dall'epoca ad oggi, si occupa di decorazione di oggetti d'arte da lei ideati, lavorando per privati e presso alcune aziende artigianali Da due anni, è docente di Arte e Immagine presso una scuola media di Villaricca. La passione per l'arte riunisce l'approfondimento dei suoi vari settori: studia canto jazz e entra in un coro di una scuola di Portici, scrive presso una rivista on line, e partecipa a concorsi di narrativa e poesia.